GIUSTIZIA: EX CIRIELLI: IN G.U. MODIFICA SU RECIDIVA TOSSICODIPENDENTI

NULL

EX CIRIELLI: IN G.U. MODIFICA SU RECIDIVA TOSSICODIPENDENTI

INASPRIMENTI NON SI APPLICANO A CHI SEGUE PROGRAMMA RECUPERO

(ANSA) – ROMA, 31 dic – Gli inasprimenti previsti dalla “ex Cirielli“ per i condannati recidivi non si applicano piu` ai tossicodipendenti che stanno seguendo un programma di recupero.E` quanto prevede un decreto legge, pubblicato oggi in Gazzetta ufficiale, che modifica una norma della `ex Cirielli` e ne abolisce un`altra.Il provvedimento – deciso nel corso del Consilgio dei ministri del 22 dicembre scorso, su proposta dei ministri Giovanardi e Fini – e` contenuto nel decreto legge sulla sicurezza interna ed e` finalizzato a “favorire il recupero di tossicodipendenti recidivi“.All`art. 4 del decreto (“Esecuzione delle pene detentive per tossicodipendenti in programmi di recupero“) si stabilisce che la norma della ex Cirielli che nega la possibilita` di sospensione della pena ai condannati recidivi “non si applica nei confronti di condannati, tossicodipendenti o alcooldipendenti, che abbiano in corso un programma terapeutico di recupero presso i servizi pubblici per l`assistenza ai tossicodipendenti ovvero nell`ambito di una struttura autorizzata e l`interruzione del programma puo` pregiudicarne la disintossicazione“. In questo caso “il pubblico ministero stabilisce i controlli per accertare che il tossicodipendente o l`alcooldipendente prosegua il programma di recupero fino alla decisione del tribunale di sorveglianza e revoca la sospensione dell`esecuzione quando accerta che la persona lo ha interrotto“.Con il decreto legge viene inoltre soppressa la norma, introdotta sempre dalla Cirielli, che prevedeva la sospensione dell`esecuzione della pena e l`affidamento in prova una sola volta e solo a quei tossicodipendenti recidivi che devono scontare non piu` di tre anni.La ex Cirielli, approvata lo scorso novembre, ha introdotto misure piu` severe per i recidivi e ridotto i tempi di prescrizione per gli incensurati. Proprio il giro di vite nei confronti dei delinquenti abituali aveva allertato chi si occupa della riabilitazione dei tossicodipendenti, che piu` facilmente di altri reiterano il reato; ma preoccupazioni erano state espresse anche, tra gli altri, dal ministro della Giustizia Castelli, per un inevitabile ulteriore sovraffollamento delle carceri.

/wp-contents/uploads/doc/“>


Related Articles

La Bassona vietata ai nudisti addio alla spiaggia simbolo

Giro di vite della giunta di Ravenna. “Cacciati ingiustamente, non davamo fastidio”. “È stata nostra per quarant’anni, è diventata famosa anche in Germania e in Olanda”. “L’abbiamo sempre tutelata e tenuta pulita. E siamo stati un grande indotto economico”

Il movimento fa bene. A Roma sfilano in 50 mila per i beni comuni

Movimento. La molteplicità dell’opposizione sociale: lotte ambientali, teatri occupati, studenti, centri sociali, Cobas, Usb e la Fiom, il diritto all’abitare

Dal tribunale primo sì alla stepchild incrociata

Sentenza a Roma sul caso di due donne con due figlie. E intanto il verdetto pilota arriva in Cassazione. Il magistrato: “Applicata la legge sulla base della situazione familiare, scolastica e sociale delle bimbe”

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment