DIRITTI GLOBALI 2006. Lunedì il nuovo Rapporto presentato a Roma

NULL DIRITTI GLOBALI 2006: L`ALTRA FACCIA DEL BEL PAESE /ANSA POVERTA`, VIOLAZIONI, ARRETRATEZZE DELL`ITALIA ANSA) – ROMA, 10 giu – Poverta`, violazioni dei diritti, analfabetismo, solitudine, arretratezze culturali e sociali: sono la fotografia dell`altra faccia del Bel Paese, descritta nel Rapporto sui diritti globali 2006, che sara` presentato lunedi` a Roma. Un`opera complessa di 1.375 [&hellip

redazione • 11/6/2006 • Vecchie News • 353 Viste

NULL

DIRITTI GLOBALI 2006: L`ALTRA FACCIA DEL BEL PAESE /ANSA
POVERTA`, VIOLAZIONI, ARRETRATEZZE DELL`ITALIA

ANSA) – ROMA, 10 giu – Poverta`, violazioni dei diritti, analfabetismo, solitudine, arretratezze culturali e sociali: sono la fotografia dell`altra faccia del Bel Paese, descritta nel Rapporto sui diritti globali 2006, che sara` presentato lunedi` a Roma. Un`opera complessa di 1.375 pagine, edita dall`associazione Societa`INformazione a cura di Sergio Segio, che va dai diritti economico-sindacali ai problemi del carcere e della giustizia, dal terzo settore all`immigrazione, dalle politiche ambientali all`Europa unita.Il Rapporto presenta, oltre ad una scheda e ad una cronologia degli ultimi 12 mesi, anche una serie di dati desunti da molteplici fonti ufficiali, utile per tracciare un quadro globale dell`altra Italia.- POVERTA`: E` un problema in crescita, che vede aumentare non solo la poverta` relativa, che ormai riguarda oltre 2,6 milioni di famiglie (11,7%), ma anche `l`intensita“ dell`essere poveri. Sono in difficolta` soprattutto le famiglie numerose o con anziani, mentre la situazione e` leggermente migliore al Nord rispetto al Centro ma soprattutto al Sud.- LAVORO MINORILE: Si stima che siano quasi mezzo milione i minori coinvolti in attivita` lavorative in Italia, un fenomeno cresciuto di circa 100 mila unita` negli ultimi anni anche per il maggior impiego di figli di immigrati stranieri e per il peggioramento della condizione economica di molte famiglie.- ANALFABETISMO: In Italia ci sono quasi sei milioni di persone senza titolo di studio, quasi 12 italiani su 100, in un paese che ha il piu` basso livello di addetti all`industria con titolo universitario.- IMMIGRATI: il 90% dei circa tre milioni di immigrati e` in Italia per motivi di lavoro o per ricongiungimento familiare. La maggiore concentrazione si registra al Nord (59%), piu` bassa e` invece la percentuale al Centro (27%) e al Sud (14%). Le donne immigrate sono il 48,4%, mentre i minori sono il 17,6% della popolazione straniera regolare, anche se negli ultimi anni sono stati identificati 50 mila minori stranieri non accompagnati.- CPT: Sono 14 per una capienza di circa 1.900 posti, con una media di detenzione che oscilla tra le 14 e le 18 mila persone ogni anno. Meta` di chi e` stato `detenuto` e` stato espulso, un quarto e` stato dimesso per scadenza dei termini di legge, un altro quarto e` stato dimesso per altre cause e il 2% si e` allontanato arbitrariamente.- DISABILI ANZIANI: In Italia ci sono 2 mln di anziani con problemi di disabilita`, pari a circa un quinto della popolazione con 65 anni o piu` (20,6%). In particolare, sono il 12% gli anziani con `problemi rilevanti di dipendenza`.- SUICIDI IN CARCERE: Nei primi tre mesi del 2006 i suicidi accertati nelle carceri italiane sono stati almeno 14, su una popolazione carceraria che si aggira intorno alle 60 mila unita`. Quello dei detenuti morti per suicidio o per cause non accertate e` un bollettino senza fine, che vede anche centinaia di tentativi di suicidio e migliaia di atti di autolesionismo, oltre a numerosi casi di malasanita`.- VOLONTARIATO: E` una delle risorse principali in tema di diritti. Ma e` sviluppato in maggioranza al Nord, con oltre il 50% delle organizzazioni, che crescono con una velocita` maggiore che altri settori del paese. (ANSA).

/wp-contents/uploads/doc/“>

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This