La corrente che tira

Suez-Pinault-Gdf. Grandi manovre sul polo nazionale energetico francese in vista della liberalizzazione. Sullo sfondo, la guerra euro-russa e l’incognita del voto

(Il manifesto, 12 gennaio 2007)


Related Articles

Muore carbonizzato in cantiere nell´ultimo giorno di lavoro

Dodicesima vittima in Lombardia dall´inizio dell´anno (la Repubblica, VENERDÌ, 16 FEBBRAIO 2007, Pagina IV – Milano)

Krugman e Rogoff, la disfida degli economisti arriva fino agli insulti

«Troppi errori». «Sei un incivile»

 Erano anni che i rumori di sciabola non riempivano le aule felpate dell’accademia degli economisti. Le dispute teoriche viaggiano a decibel bassi, di solito. Questa volta, grazie al premio Nobel superstar dell’università  di Princeton Paul Krugman (PK), la discussione è invece diventata un vera disputa all’aperto: il duello si tiene dietro al convento dell’austerità  e del debito pubblico.

I rischi della reazione lenta e la lezione del ’96

Se qualcosa colpisce nel lessico con cui Moody’s ieri spiegava il declassamento, più che i termini finanziari sono quelli psicologici. Il comunicato è più ricco di descrizioni di cosa passa per la testa dei creditori dell’Italia che di analisi della sua economia. Anche questa pesa, è innegabile: la bassa crescita, l’alto debito, la paralisi politica.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment