“Carceri, povertà, terrore questa è la mia Rangoon che il mondo non vede”

Le lettere di Aung San Suu Kyi, il premio Nobel da tre anni agli arresti domiciliari (la Repubblica, LUNEDÌ, 05 MARZO 2007, Pagina 17 – Esteri) Facebook Twitter Google+ Stampa

redazione • 5/3/2007 • Diritti umani & Discriminazioni • 157 Viste

Le lettere di Aung San Suu Kyi, il premio Nobel da tre anni agli arresti domiciliari

(la Repubblica, LUNEDÌ, 05 MARZO 2007, Pagina 17 – Esteri)

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest