Giovane detenuto crea marchio per una linea d’abbigliamento

Adrian, recluso a San Vittore in attesa di giudizio, vince il concorso “Vestiti, usciamo!”, promosso dalla cooperativa Angelservice. Ha ricevuto in premio un assegno di 500 euro

Redattore Sociale Sergio Segio • 29/6/2010 • Buone pratiche e Buone notizie • 344 Viste

MILANO – Per ora c’è solo il logo, ma è il frutto della creatività  di Adrian, giovane detenuto di San Vittore in attesa di giudizio. Da gennaio 2011 sarà  il marchio di una nuova linea di abbigliamento per ragazzi. È questo il risultato del concorso “Vestiti, usciamo!”, dedicato ai giovani detenuti del vecchio carcere milanese e promosso dalla cooperativa Angelservice in collaborazione con ContattoC, società  specializza in comunicazione. “Nel 2009 sono stati ben 1840 i reclusi con meno di 25 anni transitati da questo istituto -spiega Gloria Manzella, direttrice della casa circondariale-. È evidente come sia necessario pensare progetti di sostegno per questi ragazzi”. Il logo riproduce la pianta a raggiera del carcere di San Vittore e si chiama “unkode”. Adrian, oltre alla soddisfazione per la vittoria, ha ricevuto in premio un assegno di 500 euro, che verrà  versato sul suo conto corrente.

Nel vecchio carcere milanese ci sono oltre 1.500 detenuti su una capienza di 900 posti. “Nel 2009 abbiamo assistito ad un aumento del 10% dei reclusi – sottolinea Gloria Manzella -. Qui restano fino alla conclusione del processo di primo grado. Si tratta sempre più spesso di persone con problemi di emarginazione, che forse se fuori avessero avuto più sostegno non sarebbero finiti in cella”. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This