Migrare, nasce un portale per una nuova cultura

Un «contenitore messo a disposizione della società  civile»: così Shukri Said, italiana di origine somala, ha presentato oggi il nuovo portale «www.migrare.ue», un’iniziativa dell’associazione Migrare di cui è segretaria e portavoce.

Unita.it Sergio Segio • 21/6/2010 • Buone pratiche e Buone notizie • 316 Viste

Un sito che attraverso una «informazione corretta» vuole contribuire ad affrontare la «battaglia» culturale per l’integrazione. Perchè in Italia, ha spiegato la deputata radicale Rita Bernardini intervenuta alla Camera alla presentazione, c’è «un’informazione menzognera» che «fomenta i sentimenti negativi nei confronti dell’altro, del diverso».

E questo, per la parlamentare, vale soprattutto per le televisioni, sia pubbliche che private. C’è un «paradosso tutto italiano», ha aggiunto l’ex senatore Luigi Manconi, che consiste nel fatto che da noi «c’è meno razzismo ma anche meno integrazione». La maggior parte della popolazione immigrata, insomma, resta fuori dal sistema dei diritti e della cittadinanza: sono pochi, ad esempio, i professionisti stranieri, o i quartieri misti. Il nuovo portale, ha sottolineato il deputato del Pd Jean Leonard Touadi, cerca di ribaltare la «politica della paura» fomentata da mass media e politici. Migrare.eu porta avanti tra l’altro una campagna sul rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno, e chiede che chi nasce in Italia sia cittadino italiano, che si ponga fine ai respingimenti indiscriminati di chi ha diritto all’asilo, che la sanatoria di colf e badanti sia estesa anche ad altre categorie di lavoratori, che agli immigrati sia riconosciuto il diritto di voto amministrativo.

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This