Le truppe britanniche si «ridispiegano»: ma per Londra non è una ritirata

Nel giorno in cui cinque soldati afghani sono stati uccisi da un accidentale raid Nato nel distretto di Andar, arrivano altre importanti notizie dall’Afghanistan. Il ministro della difesa britannico Liam Fox, infatti, ha annunciato ieri che le truppe britanniche di stanza a Sangin, una valle situata nel nord della provincia meridionale di Helmand, saranno sostituite dalle forze statunitensi. Il piano di riposizionamento delle truppe, a quanto pare discusso dal primo ministro britannico David Cameron e dal presidente americano Barack Obama a Toronto durante il G20, un paio di settimane fa, rientrerebbe nella decisione strategica di concentrare le truppe britanniche nel zona centrale di Helmand e di lasciare al controllo usa il nord e il sud della provincia afghana.
Il governo britannico si è affrettato a dire e reiterare che il riposizionamento non va considerato in alcun modo una «ritirata», e però sono già  cominciate le polemiche. La valle di Sangin, controllata attualmente da circa 1.000 marine britannici, è una delle zone più sanguinose non solo per la Gran Bretagna, ma per tutte le forze internazionali. Proprio a Sagin infatti è stato ucciso il 10% delle truppe Nato e un terzo dei 312 militari britannici deceduti in Afghanistan dall’inizio della guerra nove anni fa. Le truppe furono stanziate nella zona nel giugno 2006, quando l’allora premier Tony Blair inviò 3.000 militari nella provincia di Helmand. Il fatto che le truppe britanniche lascino ora il comando a quelle statunitensi senza essere riuscite a stabilizzare la zona sembra una sconfitta, soprattutto perché gli stessi militari inglesi considerano Sangin un «fallimento strategico». E un’opinione pubblica britannica sempre più contraria a restare in Afghanistan si chiede ora se centinaia di soldati siano morti invano.
Le difficoltà  militari nella valle di Sangin sono dovute a diversi fattori: la zona, uno dei maggiori centri di produzione dell’oppio in Afghanistan, è lacerata dai conflitti tribali ed è una roccaforte del movimento taleban. Nel 2007 sembrava che le forze britanniche avessero raggiunto dei risultati con la fuga dei Taleban e una serie di accordi con le tribù locali, ma i ribelli sono presto tornati a imporre il proprio controllo sulla zona utilizzando prima armi di piccolo taglio e mortai, poi bombe lungo le strade.
La quasi totalità  del contingente britannico in afghanistan, 9.500 soldati, è dispiegato in Helmand – e fanno circa un terzo di tutte le forze internazionali e straniere presenti nella zona. I britannici hanno già  «consegnato» altre valli del Helmand ai marines Usa, arrivati in gran numero della provincia dalla fine dell’anno scorso nel quadro della strategia di «surge» che porterà  le truppe straniere in Afghanistan a 150mila entro breve. Dopo l’annuncio del ministro Fox, il premier Cameron ha confermato che le truppe britanniche si ritireranno definitivamente dall’Afghanistan entro cinque anni: «E’ il momento di massimizzare la pressione ora, e poi di portare le nostre truppe a casa entro il 2015» ha detto.


Related Articles

Perché la morte del Mullah Omar è contro il processo di pace

Afghanistan. In gioco le anime dei «turbanti neri» ma anche il ruolo del governo Ghani e di Islamabad

“L’Ucraina non esiste” parlano i miliziani filorussi di Donetsk

Ucraina.Andrej, Anatoly, Evgenich e gli altri, ritratto di più generazioni dei ribelli della DNR. Ecco perché combattono per Mosca contro l’esercito ucraino

E la guerra si allarga

Hollande avvia l’attacco di terra. Ma la Corte penale internazionale indaga per crimini di guerra. E in Algeria gli stranieri sono già  nel mirino dei jihadisti FRANCIA Decine di occidentali presi in ostaggio in Algeria. I timori dell’Eliseo
AMPIO SOSTEGNO DEI FRANCESI ALL’INTERVENTO ARMATO IN MALI. ANCHE IL FRONT DE GAUCHE È D’ACCORDO CON IL PRESIDENTE HOLLANDE, MA CRITICA METODI E SI INTERROGA SU DURATA E REAZIONI. IL TIMORE DI RAPPRESAGLIE SI AVVERA

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment