Fisco: in 7 mesi rimborsi per sei miliardi

ROMA – Ha toccato quota 6 miliardi di euro l’ammontare delle somme restituite dall’Agenzia delle Entrate ai contribuenti fino al 31 luglio 2010. A beneficiare dei rimborsi di imposte e bonus sono stati circa un milione tra lavoratori dipendenti e pensionati, professionisti e imprese.

Da un punto di vista numerico, il dato più rilevante riguarda le imposte dirette con oltre 783 mila rimborsi eseguiti dall’Agenzia delle Entrate principalmente a favore delle persone fisiche. Per ciò che riguarda gli importi, invece, la parte del leone la fa l’Iva con ben 4 miliardi di euro riconosciuti a lavoratori autonomi e aziende. Lo comunica in una nota l’Agenzia delle Entrate.

I rimborsi relativi a imposte dirette e bonus, destinati a cittadini e imprese, nei primi sette mesi del 2010 hanno fatto registrare l’erogazione di oltre 1,7 miliardi di euro, “contribuendo di riflesso – sottolinea l’Agenzia delle Entrate nel comunicato – a incrementare la liquidità  disponibile a famiglie e aziende”.

Nel dettaglio, si tratta di rimborsi richiesti con le dichiarazioni presentate fino al 2008 e riferibili, quindi, in parte all’anno d’imposta 2007 e in parte agli anni precedenti. “Nuova liquidità  – prosegue la nota dell’amministrazione fiscale – è stata assicurata anche alle aziende, ditte individuali incluse, in riferimento ai rimborsi Iva richiesti. In totale, infatti, questi rimborsi hanno consentito l’immissione di liquidità  a favore delle imprese per oltre 4 miliardi di euro”. Infine, a favore dei contribuenti non residenti, sempre restando in materia di imposta sul valore aggiunto, sono stati effettuati oltre 32mila rimborsi, per una cifra totale che supera i 138 milioni di euro.


Related Articles

Mondo alla rovescia. Al lavoro in 4,4 milioni nelle zone a maggior rischio

Lunedì rientrano in 4,4 milioni: il 64% nelle regioni più a rischio, a farlo sarà soprattutto chi ha più di 50 anni. Pochissime le donne. Tra i settori l’industria arriverà al 100% di addetti L’utilizzo del telelavoro non decolla: si ferma al 36%

“Regole incerte sulle trivellazioni” Gas Plus rinuncia ai pozzi Eni

 E.On vende il 3,5% di Gazprom per 3,4 miliardi.  Salta la vendita di 16 concessioni per i nuovi limiti varati dopo il caso Horizon Deepwater

Russia e Vietnam nel Wto cambia il commercio mondiale

Storico ingresso dei due paesi nell´organizzazione. Mosca ridurrà dazi e barriere doganali (La Repubblica 20 novembre 2006)

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment