Nuova pena per Sakineh “Sarà  frustrata 99 volte” Un’altra donna a rischio

Teheran boicotta Totti e la Roma per le iniziative di solidarietà : “Basta interferenze”. Ieri 5 oppositori sono stati impiccati nel carcere di Evin: uno di loro era una donna  

la Repubblica Sergio Segio • 5/9/2010 • Diritti umani • 199 Viste

TEHERAN – L’Iran s’accanisce ancora contro Sakineh Mohammadi Ashtiani. La donna di 43 anni che rischia la lapidazione è stata condannata anche a 99 frustrate per “indecenza”. A denunciarlo è stato suo figlio, Sajjad Ghaderzadeh: le autorità  avrebbero «usato come pretesto» una foto apparsa sul Times. Mostra una donna senza velo: il quotidiano l’aveva attribuita a Sakineh, ma era di un’attivista svedese. Lo stesso figlio, riferiscono i giornali francesi, teme che la madre possa essere messa a morte presto, forse anche oggi stesso: su questo punto ieri si sono diffuse molte voci di cui però è stato impossibile, anche per i promotori della campagna per Sakineh, accertare l’autenticità . Sul caso della donna, condannata per adulterio e per aver preso parte all’omicidio del marito, è intervenuto ieri il ministro degli Esteri Franco Frattini: «Se servisse – ha fatto sapere – non sarei affatto contrario a incontrare il ministro degli Esteri Mottaki, anche tra pochi giorni a New York, in occasione dell’Assemblea generale dell’Onu».
Intanto, 5 persone sono state impiccate ieri nel carcere di Evin con l’accusa di aver commesso atti “anti-rivoluzionari”: una era una donna. I cinque, curdi e attivisti del Pkk secondo quanto riportato dai media ufficiali di Teheran, erano stati riconosciuti colpevoli, fra l’altro, di essere moharebe, persone che agiscono contro Dio. Dello stesso reato ieri è stata accusata una giornalista di 26 anni da ieri sotto processo: anche su di lei pende lo spettro della pena di morte.
Sempre da Teheran ieri è arrivata la notizia che l’agenzia di Stato iraniana Irna condanna l’adesione dei vertici dell’As Roma alla campagna contro la lapidazione di Sakineh: la mossa della squadra di calcio è stata giudicata una «interferenza». L’Irna ha annunciato un mese di boicottaggio delle notizie sulla squadra di calcio italiana.

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This