Cecenia, la pace è lontana

by Sergio Segio | 19 Ottobre 2010 17:27

L’assalto di un commando di ribelli ceceno contro il parlamento di Grozny – terminato con l’intervento delle forze speciali russe e un bilancio di almeno sei morti, tra guerriglieri e poliziotti – è l’ennesima dimostrazione che la ‘normalizzazione’ e la ‘pacificazione’ della Cecenia esistono solo nella propaganda del Cremlino.

Da quando Mosca, un anno e mezzo fa, ha dichiarato la fine delle ‘operazioni antiterrorismo’ nella repubblica caucasica, pur mantenendo nella regione 20 mila truppe federali, la guerriglia cecena guidata da Doku Umarov è tornata ad alzare il tiro non solo contro il regime filo-russo del giovane Ramzan Kadyrov, ma anche contro obiettivi in Russia: l’attentato al treno Nevesky Express nel novembre 2009 alla periferia di Mosca (25 morti), il multiplo attentato suicida alla metropolitana di Mosca lo scorso marzo (40 morti), l’assalto militare al villaggio natale di Kadyrov, Tsentroy, in agosto (19 morti) e l’azione di oggi a Grozny.

Nonostante questo nuovo attivismo militare, la guerriglia cecena – un tempo esercito di liberazione nazionale con ampio sostegno popolare e lontano da influenze integraliste – è ridotta oggi a un movimento armato, piccolo ma ben organizzato, privo di qualsiasi sostegno di massa e guidato da una cerchia di giovani sedicenti jihadisti che vagheggiano la creazione di un Emirato islamico nelle repubbliche russe del Caucaso, ma che in realtà  combattono una faida tra clan (contro quello dominante dei Kadyrov, ma spesso anche tra di loro) per la spartizione del potere e dei traffici illegali (petrolio, armi, droga) che da sempre alimentano l’economia di questa regione.

Una guerra di mafia mascherata da guerra santa, con rapimenti e omicidi, sparatorie e attentati condotti in nome dell’Islam e della libertà  dei popoli del Caucaso. Dopo due guerre e anni di violenze, il popolo ceceno vuole solo vivere in pace: un obiettivo che, oggi, appare ancora lontano.

Post Views: 13

Source URL: https://www.dirittiglobali.it/2010/10/cecenia-la-pace-e-lontana/