Finanza etica ed economia solidale: nasce un polo di ricerca internazionale

Banca Etica inaugurerà  sabato prossimo l’attività  culturale di “La Costignola”, luogo di studio e ricerca nei Colli euganei. Barbieri: “Realizziamo il sogno di una piazza reale per costruire percorsi nuovi nell’ambito dell’economia civile”

Redattore Sociale Sergio Segio • 27/10/2010 • Buone pratiche e Buone notizie • 194 Viste

PADOVA – Un rustico incastonato nel cuore dei Colli Euganei, ristrutturato, diventa centro propulsore di nuovi stili di vita e nuovi modelli di economia sostenibile. Sarà  inaugurata sabato prossimo “La Costigliola”, nuova sfida di Banca Etica, che apre un nuovo punto di incontro, lavoro, studio e ricerca nei diversi ambiti della finanza etica, del commercio equo e dell’economia solidale.
La storia della Costignola, in realtà , non nasce oggi: l’attività  agricola è iniziata già  nel 2006 arrivando nel corso degli anni alla gestione di circa 30 ettari di fondi rustici coltivati parte a vigneto, parte a terreni seminativi in conversione, con alcuni ettari di boschi e prati. L’azienda è certificata da Icea per l’agricoltura biologica. È in questo contesto rurale, dunque, che si inserirà  l’attività  culturale, che proporrà  incontri di approfondimento su svariati temi: dalla responsabilità  sociale all’ambiente, dall’agricoltura biologica al turismo responsabile, dal disagio psico-fisico e sociale ai nuovi stili di vita. L’obiettivo ambizioso è di creare un polo internazionale di ricerca sui temi della responsabilità  sociale e ambientale. Come spiega Luigi Barbieri, presidente de La Costigliola e membro del cda di Banca Etica, “il sogno di dare vita a uno spazio che sia luogo di incontro, piazza reale, per costruire percorsi nuovi nell’ambito dell’economia civile, dello sviluppo sostenibile e della finanza etica è da anni presente in Banca Etica”. E, citando lo statuto, Barbieri ricorda che “la Costigliola si riconosce nei seguenti principi e valori: mettere l’economia al servizio dell’uomo, favorire un sistema di sviluppo sostenibile, promuovere uno sviluppo umano e sociale fondato sui valori della solidarietà  civile e non sulla ricerca esclusiva del profitto, favorire i progetti e le iniziative innovatrici dal punto di vista sociale e ambientale”.
L’inaugurazione dell’attività  culturale si svolgerà  sabato 30 a partire dalle 10. Nel corso della mattinata (ore 11.45) sarà  organizzata una tavola rotonda con Carla Poli, presidente del Centro Riciclo Vedelago (Tv); Paolo Carnemolla, presidente di Federbio; Luca Zingale, direttore responsabile Centro Studi Solarexpo & Greenbuilding; Davide Pettenella, docente dell’Università  di Padova. Seguirà  alle 14.30 l’assemblea dei soci di Banca Etica della provincia di Padova.
Ulteriori informazioni e il programma dell’evento sono reperibili nel sito http://www.lacostigliola.org/. (gig)

 

© Copyright Redattore Sociale

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This