“Paese alla paralisi e senza dignità ” Confindustria, attacco della Marcegaglia 0

Sacconi: accanimento contro il premier. Il presidente degli industriali: “La credibilità  e il prestigio dello Stato lambiti da una ondata di fango” 

Read More

Giustizia, lo scandalo affossa l’intesa Fli alza le barricate su scudo e riforma 0

Perplessità  e malumori anche nel Pdl: il lodo così non serve a niente. Presto un nuovo incontro Alfano-Bongiorno. Per i finiani non si può invocare la serenità  del premier per fargli fare bunga bunga 

Read More

Lodo, Napolitano vigila: accolti i miei dubbi 0

Ma il presidente non si esprime sulla reiterabilità . Vietti: rispetto per i giudici.  “Se si torna allo stop automatico dei processi si va nella direzione da me auspicata” 

Read More

Quei 61 “italiani” nelle liste del terrore 0

Sessantuno nomi su 259. Tanti, quasi un quarto del totale, gli “italiani” di Al Qaeda presenti sulla Lista Nera dell’Onu che tiene traccia degli individui e delle entità  associate con l’organizzazione di Osama Bin Laden e con i Taliban. Un elenco di quanti, variamente inquadrati nei ruoli previsti dal copione jihadista (predicatori di violenza, fiancheggiatori, organizzatori, aspiranti kamikaze), hanno vissuto, soggiornato, o semplicemente transitato per il nostro Paese, vivendo la doppia condizione di cittadini, a volte insospettabili, e di combattenti salafiti.

Read More

Pacchi bomba, arrestate due donne l’Italia blocca i cargo dallo Yemen 0

Altri 24 plichi sospetti: “Potevano esplodere in volo” .  Un ordigno era diretto a Chicago dove oggi Obama terrà  un comizio elettorale

Read More

Tanti controlli, ma troppi “buchi” così Al Qaeda semina il panico 0

La strategia jihadista per mandare in tilt i sistemi di sicurezza. Le frontiere via terra sono lunghe e porose. E nei porti arrivano troppi container. Il trasporto merci è molto vulnerabile e una busta sospetta, anche se vuota, può fare danni enormi

Read More

“Il gene umano non si può brevettare” 0

L’annuncio del Dipartimento di giustizia Usa. Insorgono le aziende biotech.  “Non invenzioni ma patrimonio dell’umanità “. Ma già  piovono i ricorsi 

 

Read More

“L’eruzione del Vesuvio? Non sarebbe una tragedia” 0

La Cgil: parole shock da Bertolaso. La replica: frase strumentalizzata. Ancora tensione sui rifiuti. Polemica su un discorso tenuto davanti ad alcuni funzionari: “Lo dico da buon leghista…” 

Read More

Il petrolio della Haven nei nostri piatti vent’anni dopo il disastro continua 0

Report: bonifiche fantasma e pesci ripuliti dal catrame per essere venduti.  Sui fondali davanti a Genova giacciono ancora cinquantamila tonnellate di greggio. Che non fermano i pescatori

Read More

Scaroni: in fabbrica assenteismo scandaloso 0

L’ad dell’Eni dà  ragione a Marchionne. Nicastro (Unicredit): nostri utili all’Est .  “Nelle raffinerie di Gela e Taranto il 10% non va al lavoro contro il 2% della Baviera”. Il direttore generale della banca: “I quattrini non li facciamo nel Belpaese”

 

Read More

Il premio Nobel Pissarides “In Italia flessibilità  senza tutele” 0

“Doppio mercato del lavoro con un welfare non per tutti”. Non ci sarà  un’altra Grecia: l’Europa ha acquisito strumenti per intervenire rapidamente nelle emergenze 

Read More

Il bunga bunga che segna la fine di un regno 0

 Le recenti cronache dell’Italia berlusconiana che raccontano l’ennesimo scandalo ormai generalmente etichettato «bunga bunga» mi hanno lasciato al tempo stesso indifferente e stupefatto.
L’indifferenza deriva dal fatto che conosco da trent’anni Silvio Berlusconi e sono da tempo arrivato alla conclusione che il nostro presidente del Consiglio rappresenta per molti aspetti il prototipo dei vizi italiani, latenti nel carattere nazionale insieme alle virtù che certamente non mancano. Siamo laboriosi, pazienti, adattabili, ospitali.

Read More

BERLUSCONI. Trasgressione al potere 0

Il Berlusconi barzellettiere, bestemmiatore e viveur incarna la trasgressione e provoca una schizofrenia di massa nella società . Dove un precario può introiettare il suo disagio e non esprimerlo in conflitto sociale

Read More

Accordo sulla biodiversità  0

Un segnale incoraggiante arriva da Nagoya, in Giappone, dove per due settimane sono stati riuniti i ministri dell’ambiente di quasi 200 paesi firmatari della Convenzione sulla biodiversità . Ieri sera, in extremis, il vertice ha infine approvato un «Piano d’azione» in venti punti per proteggere gli ecosistemi, dagli oceani alle foreste, mettere un freno al degrado degli habitat naturali e all’estinzione delle specie viventi che li popolano. Misure urgenti, se si considera che oggi il pianeta registra il tasso di estinzione più alto dai tempi della scomparsa dei dinosauri (e non si può dire che nuove specie si sviluppino in misura tale da compensare la perdita): secondo il rapporto presentato l’altro giorno dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), 50 specie di vertebrati, mammiferi, uccelli o anfibi, sono spinti al bordo dell’estinzione ogni anno.

Read More

Tra il futuro e il passato 0

Oggi il ballottaggio fra Dilma Roussef, la candidata di Lula, e José Serra, uomo di sinistra candidato delle destre. I sondaggi dicono 56 a 44%. Ma il 3 ottobre si sbagliarono. La verde Marina Silva, col suo 20%, è la convitata di pietra. Una partita decisiva non solo per il Brasile

Read More

La Dilma che conosco fin da bambina 0

La campagna «terroristica»

SAN PAOLO. Conosco Dilma Rousseff da quanto era bambina. Eravam vicini di casa in via Major Lopes a Belo Horizonte. Lei e Thereza, mia sorella, durante l’adolescenza erano amiche.
Anni dopo, Dilma e io c’incontrammo nel carcere Tiradentes, a San Paolo. Lei nell’ala femminile, io in quella maschile, con il vantaggio che io, come frate, avevo il permesso di assistere alla messa nella Torre, come era conosciuto il settore in cui erano rinchiuse le prigioniere politiche.

Read More

Nella città  di Cucchi, garante poliziotto 0

Emma Marcegaglia capo della Cgil, Giuliano Tavaroli garante della Privacy, Silvio Berlusconi presidente della Corte costituzionale. Potremmo inventarci molte altre estrose combinazioni di ruoli e persone ma non potranno mai avvicinarsi all’episodio che andremo a raccontare nelle prossime righe.
Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha nominato un funzionario di polizia penitenziaria quale nuovo garante comunale delle persone private della libertà . Non vorrei sbagliarmi, ma potrebbe essere uno dei primi casi al mondo, se non l’unico. Nei giorni scorsi c’era capitato di sentire che in una regione del centro Italia un direttore carcerario sarebbe stato candidato a divenire anch’egli garante regionale dei detenuti. Antigone aveva espresso forti perplessità . A noi sembrava un’anomalia visti i requisiti minimi di terzietà  e indipendenza delle Authority. La nomina di Alemanno, però, è andata oltre ogni immaginazione.

Read More

«Basta alle espulsioni di massa» 0

Con il rimpatrio dei migranti rinchiusi nello stadio di Catania l’Italia ha violato il diritto d’asilo E Berlusconi rilancia chiedendo alla Ue più soldi per espellere i migranti

Read More

Un’Europa franco-tedesca 0

Al vertice passa la linea voluta dalla cancelliera Merkel e da Sarkozy Inasprite le sanzioni per i paesi che violano la disciplina di bilancio

Read More