“Sindacato di strada” all’alba sulle rotonde del caporalato

Dopo lo sciopero degli africani, una nuova iniziativa contro lo sfruttamento degli stagionali. La organizza per giovedì 21 la Flai Cgil nel casertano, nell’ambito del primo premio Jerry Masslo, attivista uscciso nel 1989 a villa Literno

Redattore Sociale Sergio Segio • 18/10/2010 • Immigrati & Rifugiati • 125 Viste

Roma – Dopo lo sciopero degli africani alle rotonde del caporalato con la rete antirazzista, una nuova iniziativa nel casertano sul lavoro dei braccianti. Questa volta scende in campo il sindacato, la Flai Cgil con una tre giorni, dal 20 al 22 ottobre, dedicata a Jerry Masslo, l’attivista anti-apartheid ucciso a Villa Literno nel 1989 durante una rapina nel casolare in cui viveva con altri raccoglitori di pomodori. Una serie di appuntamenti per discutere di caporalato, lavoro agricolo e immigrazione che interesseranno tutti i comuni della ‘cintura di fuoco’ dello sfruttamento: Villa Literno, Casal di Principe, Castel Volturno, S. Cipriano d’Aversa e  S. Marcellino.  

Con il primo “Premio biennale Jerry Masslo” saranno dati riconoscimenti a una scuola multietnica, a un ‘nuovo cittadino’ che si è distinto nella tutela dei lavoratori e a uno scrittore. La premiazione si terrà  a conclusione di tre giornate che prevedono alcuni momenti significativi. Una sosta a Ischitella (Castel Volturno) sul luogo della strage di San Gennaro in cui il 18 settembre 2008 furono trucidati sei africani innocenti da un commando stragista dei casalesi. Visite all’asilo multiculturale “Casa del Bambino” dei padri comboniani sulla via Domiziana, ai beni confiscati alla famiglia camorrista degli Schiavone e alle fattorie di Libera sulla ‘terre di Don Peppe Diana’, assemblee sindacali con i migranti dell’agro aversano  nella sede dell’associazione sindacale Moschea di San Marcellino.  

Alla conferenza stampa a Villa Literno, mercoledì 20 ottobre alle 10, nella sala del consiglio comunale, interverranno Camilla Bernabei, segretario Cgil Caserta, Angelo Paolella, segretario generale Flai Cgil Caserta, Giuseppe Brancaccio, segretario generale Flai Cgil Campania, Michele Gravano, segretario generale Cgil Campania, Piero Soldini, responsabile delle Politiche dell’Immigrazione della Cgil nazionale e Ivana Galli, segretarionazionale Flai Cgil. Subito dopo, alle 12, è prevista la sosta sul luogo della strage dei migranti e nel pomeriggio una sessione di formazione sindacale sul tema “Migranti e lavoro agricolo: quali tutele per contrastare sfruttamento, caporalato e mafie ” a Casal di Principe. Giovedì 21 all’alba ci sarà  il ‘sindacato di strada’ nei punti di raduno dei braccianti e alle 10.30 la deposizione di fiori sulla tomba di Jerry Essan Masslo nel cimitero comunale di Villa Literno.

A seguire un incontro con l’amministrazione cittadina e nel pomeriggio un seminario sulla tutela del lavoro agricolo con i pareri di alcuni legali a confronto. Il mattino seguente sono in programma gli incontri sui beni confiscati e nel pomeriggio l’assemblea sindacale a S. Marcellino. A conclusione la  premiazione e durante la cerimonia sarà  anche consegnata una targa ad Alfonso Amato, sindaco di Sicignano degli Alburni (Salerno) del partito di Rifondazione Comunista, noto per il suo impegno nella questione degli alloggi dei migranti della Piana del Sele. Chiuderà  la manifestazione  il concerto di musica popolare ‘Grande Sud’ di Eugenio Bennato.  La manifestazione ha il patrocinio dell’ambasciata del Sud Africa. (raffaella cosentino) 

 

© Copyright Redattore Sociale

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This