Usa, le giovani reclute

Il sito più accattivante è quello della Nsa (National Security Agency), che presenta in grande stile una squadra di crittologi e sabotatori informatici. E’ cliccando direttamente sulla sezione per i più piccoli che si incontra una squadra di personaggi a metà  tra i Power Rangers e le Giovani Marmotte: sono i ‘Kryptokids‘, tartarughe, leopardi, aquile, cani antropomorfi, ciascuno con un’abilità  particolare. Prima di tutto la ‘spiegazione’: “Su questo sito si può imparare di più sulla National Security Agency. Sono loro i veri decifratori e creatori di codici segreti. I leader e i ‘warfighter’ (letteralmente coloro che ‘combattono la guerra’) del nostro Paese possono contare sulla tecnologia e le informazioni che ricevono dalla Nsa. Senza di noi non potrebbero parlarsi senza che i cattivi ascoltino, né capire cosa i cattivi stanno architettando”. “Potresti anche tu diventare membro della prossima generazione di decifratori e crittologi”. Seguite quindi le gesta di Crypto Cat, Decipher Dog o Sergeant Sam per venire introdotti nel magico mondo dell’intelligence. I codici creati da Crypto Cat sono così inespugnabili che “neanche il nostro insegnante a scuola è in grado di decifrarli”, mentre Sergeant Sam, l’unico adulto del gruppo, è un militare sotto forma di aquila, vero simbolo della nazione: “E’ attraverso la vita militare che sono diventato forte, e ho imparato i valori di dovere, onore e integrità “, racconta fiero. Per arrivare direttamente alla sezione ‘lavoro’, basta schiacciare sul coniglio (‘How can I work for Nsa’‘, come posso lavorare per la Nsa?), che sarà  felice di illustrare le opportunità  per seguire programmi a livello ‘High School’ o ‘College’. Il corredo della webpage si completa con giochini online, quiz e indovinelli per testare le capacità  dell’aspirante agente segreto.

Ma l’incontro tra i servizi segreti e i bambini prosegue a un livello ‘superiore’ sul sito della Cia, dove la Mata Hari digitale si chiama Ava Shoephone, ha un impermeabile nero ed è la protagonista di un gioco chiamato ‘World Exploration‘. E’ dedicato ai bambini di due fasce di età , 5th grade (fino ai 10-11 anni) e 12th grade (fino ai 17-18). Qualora non si riesca a rispondere alle domande di geografia, storia e politica poste dalla ‘guida’ in impermeabile, si fa esplicitamente riferimento a consultare il Cia World Factbook, giusto per familiarizzare con tale strumento sin da piccoli. Fin qui nulla di abnorme o particolarmente preoccupante, salvo il fatto che nella stessa pagina dedicata agli adolescenti si può comodamente accedere alla sezione ‘get a job at the Cia’: una forma diretta di reclutamento on-line per entrare nel magico mondo degli ‘spioni’. Da qui si aprono a ventaglio le ‘student opportunities’, che preludono a una brillante carriera nell’agenzia.

La pagina dell’Fbi dedicata ai bambini propone invece due livelli. Uno veramente ‘per bambini’, con cruciverba, giochi numerici e l’immancabile mimetizzazione da agente segreto (con barbe e baffoni finti); l’altro, molto più appariscente, nel quale si viene invitati ad accedere alle varie sezioni di approfondimento. Nella sezione, tutta a disegni animati, denominata ‘About the Fbi’, compare un rassicurante cane che ci chiede: “Vuoi lavorare per l’Fbi? Anch’io volevo lavorare per l’Fbi quando ero un cucciolo”. Dopo la storia e la genealogia dell’agenzia, si arriva all’ultima pagina. Anche qui si nasconde – o meglio – si rivela, la reale intenzione della ‘Kid’s page’: il reclutamento. L’ultimo gioco è infatti un ‘crucipuzzle’, o ‘parole intrecciate’ secondo le definizioni degli enigmisti. Si tratta di trovare, in uno schema di lettere a caso, parole di senso compiuto. In questo caso, c’è un simpatico signore alla destra del gioco che spiega: “Ci sono circa 300 professioni all’Fbi. Abbiamo nascosto i nomi di alcune di loro. Prova a trovarle!”. Quale migliore strumento per istradare i bambini a un futuro da agente federale?

Anche il National Counterterrorism Center ha la sua bella ‘kids’ page’, con due personaggi simbolicamente stereotipici del patriottismo a stelle e strisce: l’aquila Beaker e una statua della libertà  verde chiamata ‘Little lady liberty’. Spetta alla loro innocente apparenza spiegare cosa è il Nctc, ente creato da George Bush nel 2004 per combattere le minacce terroristiche in patria e all’estero. Fortunatamente, almeno in questo sito non compare nessun reclutatore virtuale a insidiare il bambino curioso. L’idea di creare siti governativi web ‘kid-friendly’ venne a Bill Clinton nel 1997. Oggi, solo negli Stati Uniti le agenzie governative dedicate a intelligence, sicurezza e minacce terroristiche hanno intere pagine dedicate ai bambini.


Related Articles

Hama, terzo giorno di guerra. E all’Onu l’accordo è difficile

DAMASCO. Per il terzo giorno consecutive sono proseguite le operazioni militari nella città  di Hama. I carri armati dell’esercito siriano hanno occupato ieri il centro, la piazza dell’Oronte che aveva ospitato nelle settimane passate le manifestazioni più numerose contro il regime di Bashar al Assad raccogliendo fino a mezzo milione di persone. Residenti riferiscono che le comunicazioni, l’elettricità  e l’acqua sono state tagliate, stesso scenario verificatosi in precedenza a Daraa ed in altre città  colpite dall’intervento militare.

In Turchia la vittoria (amara) di Erdogan

Non c’è leader al mondo che non esulterebbe dopo aver vinto la terza elezione politica consecutiva, aver conquistato ancora una volta la maggioranza assoluta dei voti e dei seggi, e guidare un Paese in ottima salute. In realtà  non è così, perché il premier turco Recep Tayyip Erdogan celebra senza esultare un trionfo dal retrogusto amaro.

Stragi negli USA. Congresso corrotto e prigioniero delle lobby delle armi

Stati uniti. La paralisi del sistema politico americano sulla questione delle armi. Siamo alle statistiche: quello di domenica a Sutherland Springs

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment