Milano, la questura denuncia il medico che ha curato l’immigrato sulla torre

Saranno denunciati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina “il medico curante e persone esterne” all’ospedale San Paolo di Milano, da dove è stato dimesso l’immigrato che nel pomeriggio di sabato è sceso dalla torre della ex Carlo Erba, in via Imbonati, a causa delle sue gravi condizioni di salute. Lo rende noto la questura di Milano, aggiungendo che l’immigrato è stato dimesso nella prima mattinata odierna da parte di personale medico di quell’ospedale.

I soccorsi all’immigrato sulla torre

Nel comunicato non è spiegato quali sia il medico che sarà  denunciato: se quello appartenente a Emergency, che l’ha curato sulla torre, oppure un medico che l’ha assistito in seguito. “In merito ai fatti sono in corso indagini per accertare la correttezza delle procedure adottate – spiega la questura – essendo emersi da parte del medico curante e di altre persone estranee alla struttura sanitaria comportamenti che configurano l’ipotesi di reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina. I fatti costituenti reato saranno oggetto di denuncia all’autorità  giudiziaria”


Related Articles

Immigrati, Obama tira dritto È già caccia ai voti del 2016

Scontro durissimo con i repubblicani anche sulla riforma sanitaria

Sanatoria migranti, tutti i perché di un flop

Un autentico flop, l’operazione «emersione-regolarizzazione» imbastita dal governo. E il flop riguarda tutte e due le finalità  del decreto estivo con cui si è tardivamente recepita una direttiva europea sul lavoro nero dei migranti.

« Stefano Cucchi non si è suicidato »

La sentenza. Il presidente della Corte d’Appello di Roma, Luciano Panzani, scrive al quotidiano La Stampa. «Insufficienti le prove di responsabilità individuali». Ma il Dap è «soddisfatto». La sorella di Stefano: «Per fermarmi devono uccidermi»

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment