Gorizia, Tribunale respinge reclamo Inps: assegno per famiglie numerose anche ai genitori stranieri

L’Asgi si appella “agli enti locali e all’Anci affinché cessi ogni discriminazione nei confronti degli stranieri titolari di permesso di soggiorno CE per lungo soggiornanti in relazione all’accesso al beneficio sociale dell’assegno”

Redattore Sociale Sergio Segio • 10/12/2010 • Buone pratiche e Buone notizie • 171 Viste

GORIZIA – Il collegio del Tribunale  di Gorizia ha respinto il reclamo inoltrato dall’Inps contro l’ordinanza  del 1° ottobre scorso, confermando il carattere discriminatorio del comportamento dei comuni e dell’Inps nel rifiutare ai  cittadini stranieri  titolari del permesso di soggiorno CE per lungo soggiornanti l’accesso al beneficio sociale dell’assegno per i nuclei familiari numerosi, destinato ai genitori con almeno tre figli minori e con una situazione reddituale familiare modesta, calcolata in base all’indicatore ISE.

Afferma l’Associazione studi giuridici sull’immigrazione (Asgi): “Viene confermato dunque il contenuto dell’ordinanza del 1° ottobre 2010 nella quale il giudice del lavoro di Gorizia ha concluso che  l’art. 9 del d.lgs. n. 286/98 deve essere interpretato conformemente  alla parità  di trattamento in materia di accesso alle prestazioni di assistenza sociale sancita dalla direttiva europea n. 109/2003/CE sui titolari di permesso di soggiorno CE per lungo soggiornanti, in base al principio della preminenza delle norme di diritto europeo su quelle interne eventualmente in contrasto”. Inoltre,  l’Asgi sottolinea come “il Tribunale di Gorizia ritiene responsabile di discriminazione “passiva” anche l’Inps, in quanto sebbene il beneficio viene concesso dai comuni,  e solo successivamente erogato dall’Inps, quest’ultimo non è immune da responsabilità  nel mancato riconoscimento del diritto spettante ai lungo soggiornanti, in quanto ha emanato  circolari e pareri volti a escludere illegittimamente tale categoria di soggetti dal contributo”.

L’esito della causa dinanzi al Tribunale di Gorizia segna dunque un precedente importante a favore della linea interpretativa  sostenuta dall’Asgi, che si appella ora “agli enti locali e all’Anci affinché  cessi ogni discriminazione nei confronti  degli stranieri titolari di permesso di soggiorno CE per lungo soggiornanti in relazione all’accesso al beneficio sociale dell’assegno per i nuclei familiari numerosi”.

 

© Copyright Redattore Sociale

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This