Incidenti lavoro, 4 morti in tre giorni.Pavia, operaio schiacciato da escavatore

MILANO – Un momento davvero «nero» sul fronte degli incidenti sul lavoro in Lombardia: quattro morti in tre giorni. Dopo i due operai deceduti mercoledì a Cassina de’ Pecchi e Lainate, venerdì un operaio italiano di 50 anni (le sue generalità  non sono ancora conosciute) è morto in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno di un’azienda, nella frazione San Giacomo di Belgioioso (Pavia). Per cause ancora da precisare, l’uomo è stato travolto e schiacciato da un escavatore. I colleghi hanno subito lanciato l’allarme. Sul posto è arrivato un equipaggio del 118. Purtroppo i medici non hanno potuto far altro che constatare l’avvenuto decesso. Sul fatto è stata aperta un’inchiesta.

L’USTIONATO DI PADERNO – E si è spento nella notte tra giovedì e venerdì Leonard Shehu, 37 anni, albanese, l’ultimo degli operai ustionati gravemente nell’incidente dell’Eureco Spa a Paderno Dugano. Era ricoverato dal 4 novembre al Niguarda. Le sue condizioni, risultavano fino a poche settimane fa gravi ma stabili, poi il tracollo, nonostante i numerosi interventi effettuati (una media di due alla settimana) e le cure continue dei medici. Il 18 gennaio scorso era deceduto un altro degli operai rimasti ustionati lo scorso novembre, Salvatore Catalano, 55 anni. Con la morte di Leonard Shehu salgono quindi a quattro gli operai deceduti nell’incidente. Le altre due vittime sono Sergio Scapolan e Harun Zeqiri, anche lui albanese. Altri due operai erano ricoverati al Niguarda con ferite meno gravi: nel loro caso le ustioni, che coprivano dal 30% al 35% del corpo, sono state trattate con successo dai chirurghi e i due lavoratori sono stati dimessi nelle scorse settimane.


Related Articles

IL PADRONE RICONOSCENTE

Marchionne è riconoscente. Berlusconi gli ha fatto un magnifico regalo: l’articolo 8 della manovra gli dà  ragione su tutto, passato (lo scempio dei diritti a Mirafiori, Pomigliano e Grugliasco), presente (le bugie sul piano industriale) e futuro (la fuga, già  iniziata, dall’Italia). Marcegaglia invece, con la sua associazione legata ai riti dell’era Avanti Cristo, critica il governo ed è irriconoscente.

Ultimo scatto per la Kodak ora la bancarotta è più vicina

Scontro in tribunale con Blackberry e Apple accusate di aver usato la sua tecnologia 

Dati Inps, Cgil: “Cresce la cassa straordinaria e quella in deroga”

 “Il calo della cassa integrazione ordinaria e’ dovuto al fatto che le aziende hanno finito i periodi a disposizione e intanto cresce la cassa integrazione straordinaria e quella in deroga”. Cosi’ Fulvio Fammoni, segretario confederale Cgil, commenta i dati diffusi oggi dall’Inps. A novembre “si sono raggiunte un miliardo e centosedici milioni di ore di CIG autorizzate.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment