“5Perché?”: la prima rivista multiculturale per bambini

 

Iniziativa del Gruppo di servizio per la letteratura giovanile, pensata anche per insegnanti e mediatori culturali. Presentazione ufficiale il 30 marzo, alle ore 15,30, presso la Sala Vivace della Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna

Redattore Sociale Sergio Segio • 18/3/2011 • Buone pratiche e Buone notizie • 104 Viste

ROMA – Nasce “5Perché” (5xk), la prima rivista multiculturale, a cadenza bimestrale, rivolta ai bambini della scuola primaria, dai 7 agli 11 anni. Cinquanta pagine colorate, dal formato quadrotto (21×21), utile anche a insegnanti, mediatori culturali e bibliotecari, che potranno trarre spunti utili per l’uso ludico e didattico di giochi, bibliografia e filmografia. La nuova testata sarà  presentata ufficialmente il prossimo 30 marzo, alle ore 15,30, presso la Sala Vivace della Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna.

Anima del progetto editoriale è il Gruppo di servizio per la letteratura giovanile, che ha pensato a un’iniziativa capace di veicolare “al mondo dei ragazzi di oggi un’Italia multiculturale, perché dà  spazio alle culture più varie del mondo, ma soprattutto a quelle più presenti nel nostro Paese, sulla traccia dell’educazione alla lettura, obiettivo costante e primario dell’associazione di promozione sociale”, riferisce la presidente Claudia Camicia. Per un accesso allargato ai contenuti, si potranno leggere alcune pagine – e intervenirvi direttamente – entrando sul sito http://www.5xk.it/: “Si tratta quindi di una rivista interattiva, perché chiede al piccolo lettore una lettura non passiva”, aggiunge la presidente.

In ogni numero si parlerà  almeno di due comunità  migranti presenti in Italia, spiegandone sinteticamente la cultura e la storia, la musica e lo sport preferito, oltre a segnalare alcune ricette. Previste anche numerose narrazioni sotto forma di filastrocche, poesie, proverbi, leggende, racconti, fumetti e piccoli giochi, “come se la rivista contenesse un piccolo e variegato libro, restando nella scia degli intenti di base del Gslg: promozione della lettura”, precisa Camicia, anticipando che alla fine dell’anno verrà  allegato alla pubblicazione “un grande gioco riccamente illustrato”.

Il fiore all’occhiello del periodico è la fiaba contenuta nell’inserto staccabile: sarà  pubblicata in due lingue e illustrata da giovani professionisti che frequentano i corsi della Scuola internazionale dell’illustrazione di Sarmede, in provincia di Treviso. “Alcuni illustratori realizzano la base di pagine scelte della rivista, mentre ognuno degli altri illustra due pagine della fiaba nell’inserto centrale, dando così al piccolo lettore la possibilità  di bearsi di una enorme varietà  di stili, arricchendo e moltiplicando le possibilità  immaginative che già  genera lo sfogliare un libro illustrato in modo classico”, conclude Camicia. (lab)

 

© Copyright Redattore Sociale

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This