Il tabaccaio e la legittima difesa. Serve sicurezza, non far west

Tenere la pistola nel cassetto è una scelta che cambia la vita: Ezio Bartocci, gioielliere, ci aveva rinunciato. Una mattina di luglio del 1999 in via Padova tre rapinatori si sono presentati con le armi in pugno: non ha opposto resistenza, ma gli hanno sparato lo stesso. Il figlio ritiene ancora oggi l’uso delle armi una scelta sbagliata, perché non ci si deve mai mettere sullo stesso piano dei rapinatori, però suo padre non lo riabbraccerà  più. Giovanni Petrali la pistola nel cassetto ce l’aveva e l’ha usata. Esasperato da tre rapine alla sua tabaccheria, avrà  detto, come altri, «se tornano io sparo» , immaginando di non doverlo mai fare. Quei sette colpi esplosi dentro e fuori dal negozio hanno lasciato per terra due rapinatori: uno è morto, l’altro ha perso un polmone. Oggi qualcuno grida «giustizia è fatta» ma per Giovanni Petrali la vita non sarà  più la stessa. Per quel che si porta dentro non basterà  una sentenza a cancellare il brutto film vissuto in diretta. «Una pistola oggi mio padre non la terrebbe più, per evitare qualsiasi decisione da prendere in quegli istanti» , dice il figlio. Parole sagge, lontane dall’esasperazione di chi alimenta leggi da Far West per fini elettorali. Anche se tabaccai, benzinai, negozianti, edicolanti, tassisti vivono nel terrore non è con il porto d’armi che si può tamponare un’emergenza. Il segnale dei giudici d’Appello forse è anche questo: servono più uomini in divisa nelle strade e più telecamere per dare sicurezza a chi si sente costantemente in pericolo.


Related Articles

Violenze sessuali e mafiose

Nel 2009 il Parlamento ha approvato una legge a favore delle donne che stabiliva che per i reati di violenza sessuale e in presenza di gravi indizi di colpevolezza il carcere fosse l’unica misura cautelare da adottare. Equiparava in questo modo questi reati a quelli legati alla criminalità  organizzata. Nel 2010 la Corte Costituzionale ha ritenuto questa norma in contrasto con la Costituzione.

Una vita al testosterone

A Wall Street sono sempre di più i banchieri e i trader che fanno uso di testosterone L’ormone del manager che vuol essere capobranco

Quel Duello su come Attirare i Cattolici

Per la gioia dell’editore Carmine Donzelli, il libro di Stefano Fassina («Il lavoro prima di tutto») non è ancora approdato in libreria ma già  fa discutere.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment