Livorno, esplode pacco bomba in una caserma: ferito militare

Alessandro Albamonte, 41 anni, tenente colonnello presso la caserma Ruspoli della Folgore di Livorno, è rimasto gravemente ferito da un pacco bomba esploso nel predisio militare di viale Marconi intorno alle 16 di oggi. Il militare, trasportato all’ospedale di Livorno, ha perso tutte le cinque dita della mano destra, tre gli sono state amputate sulla sinistra. Originario di Taranto, l’ufficiale rischia di perdere un occhio e anche l’altro ha subito ferite. Lo spostamento d’aria della bomba gli ha provocato un trauma toracico serio. E’ ustionato al volto. Verrà  trasferito al Cto di Careggi dopo Tac e altri accertamenti. È cosciente ma in stato di choc. In questo momento Albamonte era il più alto in grado della caserma. I militari della Folgore di Livorno sono in partenza per l’Afghanistan. Fuori dalla caserma volti scuri, militari che scsono dalla caserma. “Non voglio parlare, non fatemi parlare”. Cronisti e fotografi vengono tenuti a distanza. 

Il militare della Folgore ferito oggi dall’esplosione di un pacco bomba ha aperto il plico nel suo ufficio. Lo rende noto lo Stato maggiore dell’Esercito, precisando che il fatto è avvenuto alle 16.05, all’interno della caserma Ruspoli, sede del Comando Brigata Paracadutisti ‘Folgore’ di Livorno. “L’ufficiale – dicono all’Esercito – si trovava nel suo ufficio quando, aprendo un plico, è rimasto investito da una deflagrazione che gli ha procurato lesioni al volto ed alle mani. Il militare, prontamente soccorso, è stato trasportato in ospedale per le cure del caso ed è in corso di definizione la situazione sanitaria. In caserma, sul luogo dell’esplosione, stanno investigando i competenti organi di polizia”.

Viene ipotizzato che l’esplosione abbia collegamenti con espisodi analoghi accaduti in Svizzera e Grecia, attribuiti a frange estreme dell’anarchia. Il pacco era indirizzato direttamente al capo di stato maggiore della Brigato, ruolo che l’ufficiale colpito aveva assunto da stamani dopo la partenza del generale comandante per l’Afghanistan. “Ecco i risultati del clima di odio contro il governo e le istituzioni: il terrorismo rialza la testa e si fa sentire con un pacco bomba alla caserma della Folgore, colpendo giovani che sono in prima linea in Italia e nel mondo nella battaglia per la libertà “. A sostenerlo è il sottosegretario alla Giustizia Elisabetta Alberti Casellati che, in una nota, avverte: “O ci si ferma subito o il nostro Paese rischia di scivolare verso una deriva pericolosissima, di cui saranno responsabili tutti coloro che, non riuscendo a vincere alle urne, cercano di abbattere il governo voluto dal popolo con insulti, bugie e attacchi giudiziari”.


Related Articles

Al fronte in sella a una Kawasaki i sorridenti guerrieri della rivoluzione

Un inno ispirato a Jim Morrison per l’esercito della nuova Libia Il carattere tribale si è sposato con la modernità . E Gheddafi è apparso obsoleto Gli shabab sanno anche essere spietati. Dei loro prigionieri non c’è più traccia

Cade Sirte, roccaforte del califfo in Libia

Scenari di guerra. Ora gli scontri che preoccupano premier e ambasciatori sono per il controllo dei terminal petroliferi a Zueitina, attaccata da Haftar

Il fardello di Kipling e il paradosso dell’Onu

SI PUÒ discutere sia sulle ragioni che giustificano un intervento militare in Siria, sia sull’identità di chi interviene, o sugli obiettivi da perseguire.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment