In Gran Bretagna reddito in calo prima volta dal 1981

LONDRA –  Le statistiche pubblicate nei giorni scorsi rivelano che il salario reale portato a casa dal cittadino medio, ossia dopo le tasse e aggiustato in base all’inflazione, è calato dello 0,8 per cento nel 2010. I dati dell’Office for National Statistics indicano che il declino dovrebbe accelerare quest’anno fino al 2 per cento, per stabilizzarsi su una crescita zero nel 2012: non una buona prospettiva per un’economia uscita dalla recessione 2008-2009 con il peggior deficit pubblico della sua storia e tuttora in pericolo di ricadere in una seconda flessione. «L’inflazione è alta e supera il normale livello di crescita dei salari», commenta Vicky Redwood della società  di analisi finanziarie Capital Economic. Il declino del reddito reale nel 2010 è il primo sofferto dal 1981, quando nel Regno Unito i salari calarono dello 0,2 per cento sulle ali della recessione causata dalle severe misure finanziarie introdotte da Margaret Thatcher, che appaiono tuttavia come modesti tagli in confronto a quelli varati oggi da Cameron. In assoluto, il declino dello 0,8 per cento registrato lo scorso anno è il più pesante dal 1977, quando il reddito diminuì del 2,2 per cento. Nel 2009 era cresciuto dell’1,1. Ma il ministro del Tesoro George Osborne non fa, per ora, marcia indietro: «La manovra finanziaria che abbiamo approvato contiene dure misure, ma restiamo convinti che siano inevitabili nel breve termine per aprire la strada a una solida ripresa nel prossimo futuro».


Related Articles

Benzinai pronti alla serrata di sette giorni ecco cosa serve per fare scendere i prezzi

Se l’efficacia di una liberalizzazione si misurasse sulla reazione della lobby interessata, l’intervento allo studio del governo Monti sui benzinai sembra aver colto nel segno.

Bangladesh, rivolta dei lavoratori del tessile: grandi marchi e piccoli salari

Per una paga più equa e condizioni di lavoro migliori. Da cinque giorni le lavoratrici e i lavoratori che confezionano i capi a basso costo dei gruppi occidentali bloccano le strade

Cambiare la Fornero. Con equità

La sentenza della Consulta sulle rivalutazioni mette sotto accusa la mancanza principale del sistema. Lo Spi Cgil: lo Stato ha risparmiato 9,8 miliardi. Intanto l’Ocse certifica: Italia quartultima per disoccupati di lunga durata

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment