16000 i profughi su Italia e Malta

16000 i boat people giunti (o che ci hanno provato) sulle coste di Italia e Malta dall’inizio della crisi in Libia. L’ha detto ieri a New York Lynn Pascoe, responsabile dipartimento affari politici Onu. Al 23 giugno, 1.1 milioni di persone hanno lasciato la Libia via terra verso Tunisia, Egitto, Niger, Algeria, Ciad e Sudan; 3000 sono bloccate ai confini egiziano, tunisino e nigerino, ma «mano a mano che l’opposizione prende il controllo di alcuni centri» ci sarebbero migranti che tornano in Libia.


Related Articles

Disoccupati più che mai

I dati raccolti dall’Istat e dall’Eurostat fotografano il drammatico risultato delle politiche recessive e di austerità  volute dall’Europa e messe in atto dal governo Monti
Gli italiani senza lavoro sono quasi 3 milioni, aumentano le donne che devono cercare occupazione mentre a pagare il prezzo più salato sono i giovani
Che cosa producono le politiche di austerità  dell’Europa e del governo Monti?

Banca d’Italia: è boom del debito pubblico ma il Pil si risolleva

Le previsioni. Il buco nei conti pubblici è salito a 2.779 miliardi di euro in maggio. Migliorano le previsioni per la crescita

In Italia i poveri sono cinque milioni, 17 milioni i «working poors»

L’Istat conferma la gravità della crisi sociale del paese. Il sussidio detto impropriamente “reddito di cittadinanza” si rivolge a una parte dei “poveri assoluti”

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment