«Assuefazione specchio della crisi siamo tutti messi alla prova»

«L’assuefazione non è più solo un rischio, parlerei di cloroformizzazione, che è un po’ la falsa difesa della coscienza che allontana da sé questi problemi, sull’onda magari dell’emergenza di problemi più domestici, che pur essendo meno drammatici ci preoccupano di più» . Magris sostiene che qui è in gioco il cuore della democrazia… «Certamente, perché con questa assuefazione emerge una crisi che è insieme religiosa e civile, di communitas, di civitas. Tutta la nostra civiltà  occidentale, greco-romana e cristiana, si basa sul rispetto per la persona umana: in questo senso siamo tutti messi alla prova» . Ci spieghi… «Se il mare nostrum, il mare dove è nata e cresciuta la nostra civiltà , diventa un cimitero nella nostra indifferenza, saremo travolti dal grido senza voce dei morti rigettati sulle sue sponde: quelle da cui i disperati partono (spinti magari da regimi che vogliono creare una pressione su di noi) e le nostre. L’assuefazione a quei morti è una barbarie per tutti: ci imbarbarisce tutti, avendo buon gioco di quell’ideologia stupida del cosiddetto scontro di civiltà . Ed è grazie a questa barbarie che i trafficanti di essere umani riescono ad attecchire sia di là  che di qua. In questo senso l’intervento del capo dello Stato ci indica l’altezza morale che tutti dobbiamo avere. Pochi giorni fa papa Benedetto XVI ha usato parole molte nette sul dovere dell’accoglienza. È urgente uno scatto che sia insieme civile, morale e religioso nei confronti dei nostri vicini di casa» . La democrazia o è morale o non è? «Gli studiosi più attenti dei processi democratici come il ted e s c o Bà¶ckenfà¶rde hanno dimostrato che una democrazia senza i valori morali fondanti diventa un guscio vuoto e pericoloso perché facilmente può essere riempito dall’autoritarismo» .


Related Articles

Ma nel governo c’è chi rimpiange il mancato «scambio» con le basi per la Libia

Al di là  delle dichiarazioni irritate destinate a stampa e tv, il governo di Silvio Berlusconi ieri non risultava dotato di strumenti giuridici da opporre alle sostanziali bocciature europee delle sue misure sull’immigrazione.

Riace: «Il Nobel per la Pace al paese simbolo dell’accoglienza»

Centinaia di persone a Roma per ascoltare il sindaco di Riace Mimmo Lucano. Che glissa su una sua eventuale candidatura

Migranti e diritti umani, i buchi neri degli hotspot

Migranti. Presentato ieri al senato il rapporto sui centri di identificazione ed espulsione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment