MALAWI. Presidente schiera l’esercito, 18 uccisi

L’opposizione ha invitato a scendere in piazza contro l’autoritarismo e la cattiva gestione economica del paese da parte del capo di stato, poi la situazione è degenerata: negozi saccheggiati, violenti scontri in diverse città . Ieri, mentre 2.000 persone manifestavano nuovamente a Lilongwe, il presidente ha fatto schierare l’esercito nelle strade, ma altre proteste si sono svolte nelle vie principali di Blantyre, capitale economica del paese. Bingu wa Mutharika ha affermato di non avere intenzione di lasciare il potere. Il presidente, 77 anni, in carica dal 2004, si è detto comunque disposto a incontrare l’opposizione e la società  civile «per dialogare», a patto che si fermino i saccheggi. In Malawi, uno dei paesi più poveri del mondo, il 40% della popolazione sopravvive con gli aiuti internazionali. Le proteste dell’opposizione sono iniziate la scorsa settimana quando la Gran Bretagna ha congelato i fondi a causa del «comportamento illiberale» del governo.


Related Articles

Odio xenofobo, svolta «salviniana» in Spagna di Partido Popular e Ciudadanos

Migranti. Intanto il ministro degli Interni annuncia di voler eliminare le lame lungo le recinzioni di Ceuta e Melilla che causano ferite gravissime a chi tenta di scavalcarle

Libia, sì dall’Europa alla missione navale

Via libera politico all’azione di pattugliamento delle coste per fermare i trafficanti di uomini Ma per le incursioni a terra contro i barconi occorrerà attendere il consenso delle Nazioni Unite

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment