Mortificazione e impotenzadi un sindaco

Tuttavia v’è l’oggettiva umiliazione del ruolo di sindaco ridotto a provvedere, pur senza precise indicazioni, alla sistemazione logistica senza nessun contatto reale con gli altri organi dello Stato. Il fatto che tutti i maggiorenni siano stati rispediti in Egitto senza neanche darne comunicazione al sindaco la dice tutta sul rispetto alle autonomie locali.
Gli stranieri erano poveri ragazzi in fuga da una realtà  di crisi e di miseria. Ad occuparsi di loro non dovevano essere le forze di polizia, ma i servizi sociali. Questi ragazzi del nord Africa non avevano commesso alcun reato e non ci sarebbe stato alcun motivo di impiegare tante forze di pubblica sicurezza per un gruppo di migranti. Il fatto poi che non siano stati messi in condizioni di chiedere asilo politico o umanitario alla presenza d’un rappresentante dell’Onu, né di un avvocato, mi mortifica ulteriormente.
Credo che il governo italiano abbia la grave responsabilità  di provocare un sentimento di grave ostilità  verso il nostro Paese e verso l’Occidente con una oggettiva spinta verso un irrazionale fondamentalismo islamico.
Mi mortifica soprattutto il fatto che io abbia detto a quei ragazzi che l’Italia è un paese civile, dove ognuno ha il diritto di presentare regolare domanda di asilo per motivi politici o umanitari, il cui esame tocca ad una apposita commissione territoriale e che nel frattempo avrebbero trovato rifugio nei centri di prima accoglienza di Crotone o di altra città  italiana.
Esaminerò la possibilità  di presentare la questione presso le sedi competenti nella tenace convinzione che in Italia vi sia una Costituzione che protegge lo straniero ed in presenza di una Carta dell’Onu che tutti dovremmo rispettare. Mi auguro comunque di non dover mai più assistere a fatti che umiliano tanto chi vi assiste, quanto chi è costretto a subire.
Infine vorrei ringraziare i volontari di Caulonia ma innanzitutto e soprattutto lo Sfi dell’Emilia Romagna e la Cgil di Reggio Calabria che hanno dato una mano preziosa all’assistenza umana e civile dei migranti.
* Sindaco di Caulonia


Related Articles

Lampedusa, rivolta contro i rimpatri in fiamme il centro di accoglienza

Primi voli verso Tunisi, fughe di massa e tensioni in aeroporto. Per sicurezza centinaia di trasferimenti sulla nave Excelsior ormeggiata in rada

La ziganofobia e l’infame mestiere dell’odio

Più ancora dell’odio, della brutalità e della violenza colpiscono e offendono la stupidità e la vacuità dell’operazione pensata dal già cacicco padano, ora Gran Vizir nazional-sovranista

Monito della Camera “Aiutare gli immigrati”

Per la commissione Lavoro le modalità  di ingresso in Italia “favoriscono il ricorso al lavoro sommerso”. Le proposte: semplificare le procedure per il permesso di soggiorno, darlo a chi denuncia i caporali, estendere il periodo di soggiorno

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment