Un maoista alla guida del governo

Si chiude così un lungo periodo di crisi politica che ha impedito al Nepal, diventato una repubblica nel 2008, di portare avanti una riforma costituzionale auspicata dalle diverse parti politiche. Membro dell’Assemblea costituente, Bhattarai è stato vice-premier e ministro delle Finanze in un precedente governo maoista guidato dal presidente del partito, Pushpa Kamal Dahal, meglio noto come il «compagno Prachanda», per anni leader della fazione combattente dei maoisti nepalesi e nemico giurato dell’ex re Gyanendra. «Completare il processo di pace e la stesura della costituzione sono tra le priorità  e io lavorerò per realizzare a pieno questi obiettivi», ha detto il neo premier nepalese di fronte al Parlamento.


Related Articles

Siria, gli occidentali cacciano gli ambasciatori

Via anche da Roma il rappresentante di Damasco. Assad: “La strage di Hula opera dei terroristi”    

Se Obama fa arrabbiare sia gli israeliani che gli arabi

NON è collera. È rabbia. Sulle sponde del Nilo, dove soffia un forte vento antiamericano, si descrive così la reazione delle capitali sunnite alla rinuncia di Washington a colpire la Siria, dopo l’uso di armi chimiche da parte dell’esercito di Bashar al Assad.

Il Fondo Monetario Internazionale sfiducia Padoan

Previsioni. Il Pil crescerà quest’anno dello 0,7%, 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle stime di ottobre

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment