Africa, una bomba demografica a orologeria

raggiungendo i 2 miliardi di persone. Nell’ultimo numero il settimanale britannico The Economist riflette sulla sfida demografica africana e sui rischi che i Paesi più poveri dovranno affrontare, a meno di non elaborare politiche efficaci di controllo delle nascite
e introdurre forme di contraccezione. Stati come il Niger e la Liberia, che dovrebbero raddoppiare il numero di abitanti in meno di vent’anni. Secondo alcune stime riportate dal giornale un quarto delle donne sposate in Africa è
a favore ma non ha accesso ai contraccettivi. Le difficoltà  sono dovute soprattutto a resistenze culturali, debole volontà  politica, scarsi livelli di istruzione femminile.


Related Articles

Renzi punta tutto sulle tasse

La manovra. Il premier torna a promettere tagli per rilanciare la crescita, in vista del G20 in Cina. Oggi l’atteso dato Istat sul Pil. Allarme Cgia: l’Ires favorisce soltanto le aziende più grandi. La nuova Iri farebbe reinvestire gli utili

La Grecia resta sotto tutela Con l’incubo di nuove elezioni

Bruxelles scettica sulla richiesta di Atene di uscire dal salvataggio

Un miscuglio di collera e disagio

Gruppi diversi senza un’anima comune

Il logo dei Forconi, movimento nato in Sicilia, si è imposto in tutta Italia come un franchising del disagio e della collera.
Insieme, in forme varie, le rivendicazioni di trasportatori, studenti, disoccupati

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment