Astemi ma sexy: Romney punta sui figli

Non sempre, comunque, nel loro sforzo di umanizzare l’immagine troppo metallica di Mitt Romney, i nostri centrano il bersaglio. Giorni fa Matt ha dovuto usare Twitter per scusarsi di una pessima battuta: alla domanda su quando il padre renderà  pubbliche le sue dichiarazioni dei redditi, cosa che ha sempre rifiutato, il ragazzo ha risposto che lo farà  quando Barack Obama pubblicherà  il suo certificato di nascita. Come se la trasparenza fiscale e una menzogna già  da tempo smascherata (quella che il presidente non sia nato in America) fossero la stessa cosa. Tagg, Matt, Josh e Craig hanno sicuramente il vantaggio mediatico del candidato di testa, tanto più sancito dai due ultimi dibattiti fra gli aspiranti repubblicani, svoltisi sabato sera e ieri mattina qui in New Hampshire, dove Mitt Romney ha fatto partita a sé. Ma la palma del glamour familiare nel fronte conservatore spetta alle «Huntsman Daughters» e al loro seguitissimo e leggerissimo profilo su Twitter: @Jon2012Girls. Mary Anne, 26 anni; Abby, 25 e Liddy, 23, sono le tre graziose figlie di John Huntsman, ex ambasciatore in Cina, il più moderato tra i repubblicani, che al voto di domani ha legato tutte le residue speranze di una campagna fin qui senza qualità . Anche gli Huntsman sono mormoni. Ma a differenza dei Romney, tutti astemi, le ragazze ammettono di concedersi spesso qualche calice di vino o un cocktail a base di gin e liquore di sambuco. «Cerchiamo di dare ai nostri coetanei un’idea di com’è la vita in una campagna elettorale», spiega Abby. E che l’avvenenza dei rivali non le lasci indifferenti, lo dice anche l’invito, lanciato via Twitter, a Tagg Romney a fare un pizza party insieme: «…tu porti la Diet Coke». Occorre dirlo? Quelli hanno rifiutato.


Related Articles

Ventimiglia «alleggerita»

Frontiere. Al valico con la Francia i primi autobus hanno cominciato il trasferimento dei migranti verso Sud. Ospiti della Cri ne restano 500

Il Venezuela sospeso da Mercosur, rimossa la procuratrice generale Ortega Diaz

Venezuela. Ortega Diaz incriminata dalla Costituente. L’Assemblea, anziché 6 mesi, durerà 2 anni

Potenti, spiatevi e lasciateci in pace

  IL GRANDE Fratello non ha mai visto tempi migliori. Perché?
Merito della tecnologia. Confronto al traffico di informazioni private condivise grazie agli smartphone e la facilità con cui le spie possono accedervi, la Stasi sembra appartenere al Medioevo.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment