Olimpiadi, gli anarchici pronti a colpire

LONDRA – Una nuova minaccia incombe sulle Olimpiadi: quella di una “guerra a bassa intensità ” condotta dalla Fai, la Federazione Anarchica Informale, lo stesso gruppo che ha rivendicato due settimane fa l’attentato di Genova in cui fu gambizzato il dirigente dell’industria nucleare Roberto Adinolfi. Un annuncio sul sito della Fai e indiscrezioni di fonti di Scotland Yard riportate dalla stampa britannica rivelano che negli ultimi giorni gli anarchici hanno già  compiuto due azioni di sabotaggio nel Regno Unito e che intendono usare metodi “di guerriglia” urbana per seminare il caos durante i Giochi che cominceranno a Londra fra due mesi esatti. E non è l’unico allarme emerso ieri nei confronti della grande kermesse sportiva di questa estate, perché l’Europol segnala il pericolo di un attentato da parte di “terroristi solitari” di Al Qaeda.
Era proprio quest’ultima la minaccia principale a cui si preparano le forze di sicurezza britannica in occasione delle Olimpiadi. L’attacco di quattro kamikaze islamici nel metrò di Londra, che fece sessanta morti e centinaia di feriti nel luglio 2005, avvenne proprio all’indomani dell’assegnazione dei Giochi 2012 alla capitale britannica. Ed è per far fronte al terrorismo islamico che le autorità  hanno messo in piedi il più formidabile apparato di sicurezza dal tempo della seconda guerra mondiale: missili terra-aria sui tetti delle case, una nave da guerra portaelicotteri sul Tamigi, i cieli dell’Inghilterra meridionale sorvegliati dai caccia della Raf, più i commandos delle Sas (le truppe d’élite dell’Esercito) e 13500 militari (il triplo di quelli schierati dalla Gran Bretagna in Afghanistan), a cui si aggiungeranno decine di migliaia di poliziotti e guardie private. Altri pericoli presi in considerazione: l’attacco di una fazione irriducibile dell’Ira, il gruppo indipendentista nord-irlandese, proteste e possibili violenze da parte del movimento “Occupy” (che ha occupato per mesi la City) o dei black bloc.
Ma ora si manifesta anche la minaccia della Fai. Che sul sito 325.nostate scrive: «Troviamo le Olimpiadi, con la loro esibizione di ricchezza, francamente offensive. Non abbiamo alcuna esitazione a usare attività  di guerriglia per colpire l’immagine del Regno Unito e paralizzare l’economia nazionale. Infrastrutture finanziarie, militari, delle comunicazioni e dei trasporti continueranno a essere gli obiettivi di una nuova guerra a bassa intensità ». La polizia britannica ha reso noto che la Fai sarebbe responsabile di due recenti azioni del genere: ha manomesso i trasporti ferroviari a Bristol martedì scorso e danneggiato un’antenna per le comunicazioni della polizia a Dundrey Hill l’11 aprile. La minaccia degli anarchici all’indirizzo dei Giochi, commentano fonti di Scotland Yard, «è credibile».


Related Articles

Arrestato Gerry Adams l’ex leader dell’Ira

La polizia dell’Ulster ha fermato Gerry Adams, leader dello Sinn Feinn (il braccio politico dei terroristi nordirlandesi dell’Ira) per interrogarlo su un omicidio risalente al 1972

Usa, strage nel centro per disabili L’ira di Obama: “Basta sparatorie”

Quattordici morti in California 17 i feriti. Un assassino ucciso un fermato, caccia al terzo “Commando in stile militare”
L’ombra del terrorismo

LE RAGIONI DELL’INCERTEZZA

 La crepa dell’incertezza attraversa come una faglia sismica la giornata della democrazia elettorale americana, aprendo l’ipotesi di ogni terremoto possibile.
Era dal duello fra Truman e Dewey nel 1948, di Nixon contro Kennedy del 1960 e dall’indimenticabile tragicommedia di Bush e Gore decisa da 530 voti nel 2000, che l’America non si presentava al proprio massimo rito civico con tanti dubbi.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment