DIRITTI GLOBALI 2012:CAMUSSO,SALVARE WELFARE,PIU’UGUAGLIANZA

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – ”Il Governo Monti non si e’
distaccato dal pensiero unico europeo e sta tentando di ridurre
il welfare italiano. Il riequilibrio dei conti pubblici e’
necessario ma non si puo’ realizzarlo aumentando lo spread
sociale interno quando sarebbe necessario produrre maggiore
coesione e ridurre le disuguaglianze esistenti tra percettori di
reddito e contribuenti”. Lo afferma il segretario generale
della Cgil, Susanna Camusso, nella prefazione del Rapporto sui
Diritti Globali 2012, presentato oggi a Roma.

ANSA Sergio Segio • 21/6/2012 • Rapporto 2012, Recensioni 2012 • 1368 Viste

”L’Europa dei Governi – osserva Camusso – ha imboccato una
strada molto diversa da quella tracciata dalle Istituzioni
europee: ha scelto il ripiegamento su se stessa invece
dell’espansione, la crescita differenziata invece che comune, la
competitivita’ verso la riduzione del benessere invece che
orientata all’investimento in sapere, ricerca e innovazione”. E
Monti, aggiunge, ”ha imposto sacrifici a senso unico che hanno
colpito i piu’ deboli”.
Il Governo tecnico, secondo il segretario generale della Cgil,
”non ha scelto di aggredire i nodi strutturali della scarsa
competitivita’ italiana e ha utilizzato l’emergenza economica
per produrre ulteriore compressione dei redditi popolari e
peggioramento delle condizioni di lavoro e vita”. In piu’, ”la
concertazione con le parti sociali e’ stata sostituita da
accordi con Confindustria”. La Cgil, assicura Camusso,
continuera’ ”a mobilitare i lavoratori per impedire che vengano
ulteriormente cancellati diritti di cittadinanza e di lavoro
consolidati nei decenni”.(ANSA).

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This