Crisi, Sardegna: in arrivo 90 milioni di euro per gli ammortizzatori sociali

CAGLIARI – “Insisterò perché venga fissata la data dell’incontro bilaterale con il Ministero per un attento esame della situazione sarda. L’occasione per ribadire che siamo una delle regioni più esposte in ambito nazionale”. Così ha detto l’assessore regionale al Lavoro, Antonello Liori, intervenendo sul tema degli ammortizzatori sociali, indispensabili alla Sardegna che ormai da mesi vive la peggiore delle sue crisi economiche. 

Decine di aziende che si appoggiano alla cassa integrazione, ma anche sindacati e lavoratori sperano nelle risorse indispensabili per evitare che un gran numero di famiglie sprofondino della disperazione. In arrivo ci sono 90 milioni di euro dallo Stato, promessi dal ministro Fornero all’Isola per cercare di affrontare l’emergenza. 
“Insisterò perché venga fissata la data dell’incontro bilaterale con il Ministero per un attento esame della situazione sarda – ha ripetuto Liori – L’occasione per ribadire che siamo una delle regioni più esposte in ambito nazionale, oltretutto storicamente ci siamo fatti carico anche di alcune vertenze nazionali (per esempio Euroaluminia, Alcoa, Keller), che dovrebbero essere di competenza del Ministero e che aggravano una situazione già  fortemente complicata per le nostre risorse. Perciò, si rende necessaria un’azione incisiva anche da parte del Governo nazionale per aiutarci ad uscire dalla crisi”.


Related Articles

Bergoglio una dottrina al settimo cielo

Tempi presenti. Nel discorso tenuto da Bergoglio nel recente incontro con i movimenti sociali emerge una dottrina della chiesa che fa i conti con le conseguenze della globalizzazione neoliberista

Povertà, sempre più persone con figli chiedono alla Caritas cibo e abiti

Un utente su tre è italiano, il 62 per cento è disoccupato e il 74 per cento ha bambini. Caritas: “Bene inserimento Fondo aiuti alimentari nella legge stabilità ma risorse insufficienti. Italia ancora priva di una misura di sostegno al reddito”

Le famiglie al nord ora sono stabili in Lombardia già  25 cosche leader

 Boccassini e Prestipino: prima infiltrazioni, adesso un’alluvione    

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment