Spending review, addio alla Consulta nazionale del servizio civile

ROMA – Addio alla Consulta nazionale del servizio civile e al Comitato per la Difesa civile non armata e nonviolenta. Sono stati infatti respinti in 5ª Commissione Bilancio del Senato i due emendamenti che puntavano a salvare proprio la Consulta nazionale del servizio civile, escludendo oneri per lo Stato, la cui soppressione è prevista, insieme ad altri organismi consultivi, dall’art. 12 (comma 20) del Decreto-legge di “spending review”. Si trattava in particolare degli emendamenti 12.25 e 12.29, a firma rispettivamente del senatore Carlo Giovanardi (PdL) e dei senatori del PD Francesco Ferrante, Daniela Mazzuconi e Roberto Della Seta. E’ quanto si legge su Esseci blog, il sito del Tavolo ecclesiale sul servizio civile.

Respinti anche tutti gli altri emendamenti che prevedevano che gli organismi consultivi rimanessero in carica senza spese per lo Stato. Salvi solo l’Osservatorio nazionale dell’associazionismo (art. 11 legge 383/2000), l’Osservatorio nazionale per il volontariato (art. 12 legge 266/91), l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, il Comitato nazionale di parità  e la Rete nazionale delle consigliere e dei consiglieri di parità . Il testo finale del Decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, su cui il Governo ha messo la fiducia, sarà  votato oggi in Aula al Senato. In una nota il Forum del Terzo settore, mentre ha espresso soddisfazione per il ripristino di alcuni Organismi, ha ricordato come “purtroppo ne verranno chiusi molti altri, il cui costo, nullo in termini economici, è invece molto alto in termini di confronto, partecipazione, costruzione di socialità  e di fiducia, dunque di democrazia per il nostro Paese. Tra questi la Consulta nazionale del Servizio civile, uno strumento importante che tutela la formazione di moltissimi giovani”.

 

© Copyright Redattore Sociale


Related Articles

Indagine conoscitiva sulla famigli. Audizione di Achille Passoni

Audizione Commissione XII Camera Deputati su indagine conoscitiva sull ACHILLE PASSONI, Segretario confederale della CGIL Le vicende legate al tema

Mattarella firma la grazia agli 007 Cia

Atto di clemenza “simbolico” per Seldon Lady e Medero, condannati per il rapimento Abu Omar e già liberi negli Stati Uniti. Con loro perdonato anche Massimo Romani, in Thailandia prese 40 anni per droga

De Petris: «Quello contro le Ong è un attacco ai valori umani»

Un’assurda rincorsa alla destra che si è concretizzata con i decreti sull’immigrazione e sulla sicurezza, ma anche con la paura di approvare una riforma di civiltà come quella sulla cittadinanza

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment