Giornata delle persone con disabilità : un 3 dicembre per una “società  inclusiva”

ROMA – “Rimuovere le barriere per creare una società  inclusiva e accessibile per tutti”. E’ questo il tema scelto dalle Nazioni Unite per l’edizione 2012 della Giornata internazionale delle persone con disabilità , che ricorre il 3 dicembre di ogni anno. Celebrata a livello mondiale, la Giornata è da tempo diventata occasione di riflessione su tutti gli aspetti che riguardano la disabilità . Nel messaggio inviato in occasione del 3 dicembre, il segretario generale Ban Ki-Moon ha ricordato che la sfida globale che il mondo ha di fronte è quella di fornire a tutte le persone la parità  di accesso che meritano e della quale hanno bisogno: “Dobbiamo sforzarci – scrive – di raggiungere gli obiettivi della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità , quelli di eliminare la discriminazione e l’esclusione e di creare delle società  che valorizzino la diversità  e l’inclusione”. Il segretario generale dell’Onu ricorda anche che per raggiungere tali obiettivi e per “colmare il divario tra le buone intenzioni e le azioni attese da tempo”, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite terrà  il prossimo anno una riunione ad alto livello sul tema della disabilità  e dello sviluppo: lo scopo è quello di raccogliere le problematiche e i contributi delle persone con disabilità  in modo che possano essere prese in considerazione nella redazione di una nuova agenda sullo sviluppo.

La Giornata 2012 segna dunque l’avvio del percorso di preparazione a questo meeting di alto livello: al Palazzo di Vetro sono dunque previsti uno spettacolo musicale, una tavola rotonda sull’agenda “verso il 2015 e oltre” e la proiezione dei film che hanno partecipato allo “United Nations Enable Film Festival 2012”. Anche singole agenzie delle Nazioni Unite celebrano la giornata. L’Unicef, ad esempio, prevede il lancio di una campagna di orientamento sulla disabilità  rivolta espressamente al suo personale in tutto il mondo (con relativo video di sensibilizzazione e un questionario dedicato), mentre l’Unesco presenta i risultati del rapporto mondiale sull’uso da parte delle persone con disabilità  delle nuove tecnologie per accedere alla conoscenza, con un focus specifico sull’apprendimento personalizzato per gli studenti disabili. A Vienna, invece, al Festival internazionale dei diritti umani, viene lanciato il Rapporto Project Zero 2013, con una particolare attenzione all’occupazione lavorativa delle persone con disabilità . “Overcome barriers”, “Superare le barriere” è invece il progetto cofinanziato dall’Unione Europea realizzato dall’Aifo (Associazione amici di Raoul Follereau).

© Copyright Redattore Sociale


Related Articles

Selahattin Demirtas di fronte alla corte a 14 mesi dall’arresto

Turchia. Il co-leader di Hdp, dopo 14 mesi di prigione, finalmente presente a uno degli oltre 20 processi in cui è imputato

G8 di Genova, 13 anni dopo. Amnesty: “Ancora niente scuse, responsabilità e riforme”

Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International: “L’assenza di collaborazione delle istituzioni e le gravi e perduranti lacune legislative hanno impedito di rendere pienamente giustizia alle vittime delle violenze del G8”

SE L’ALTRO DIVENTA UN MALE DA ESTIRPARE

I rom sono odiati e temuti più dei migranti. Li si disprezza quando vivono nei campi, ignorando che spesso non è una scelta ma una necessità per mancanza di alternative

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment