Gli euroscettici mettono Cameron in un vicolo cieco

I ribelli tory, ringalluzziti dai successi del partito dell’indipendenza di Nigel Farage, non si accontentano più di parole e minacciano una mozione di critica al programma di governo che è stato illustrato la scorsa settimana dalla regina in Parlamento. È uno sgarbo che imbarazza David Cameron. Il fatto che fra gli impegni per il 2013/2014 non sia stata citata una legge che apra la strada alla consultazione popolare ha messo gli eurofobici sul piede di guerra. E nel partito conservatore, ha sintetizzato il Sunday Times, è scoppiata la «guerra civile». David Cameron in questi mesi ha cercato di prendere tempo alternando realismo e sbandate populistiche. Adesso è con le spalle al muro. Sarà  costretto prima o poi a una scelta di campo che è scontata. La campagna elettorale per le politiche nel 2015 è partita. Cameron se la gioca sull’Europa. Il che significa che è cominciata la fine della coalizione coi liberaldemocratici (i più europeisti fra tutti): o nel 2015 Cameron vincerà  da solo cavalcando l’onda del no all’Europa o tornerà  all’opposizione. Non ha vie di fuga. La «secessione amichevole» dall’Europa oppure l’addio alla leadership. L’azzardo di Downing Street.


Related Articles

No a leggi speciali, lascia la ministra Taubira

Taubira si dimette dalla Giustizia dopo la svolta sulla sicurezza e il progetto di togliere la cittadinanza ai terroristi La paladina della gauche: “Resto fedele alle mie convinzioni”. Il premier Valls la sostituisce subito, il Fn esulta

Il sultano Erdogan imbavaglia i «nemici»: sindaci curdi, tv e Imamoglu

Turchia. Sale a 21 il numero di rappresentanti dell’Hdp arrestati. Pioggia di inchieste sul primo cittadino di Istanbul e multe ai media critici.

Due neri uccisi negli Usa, sale la rabbia

Stati uniti. Uno vendeva Cd in un parcheggio e tutti lo conoscevano. L’altro era in auto con la compagna e la bambina di lei. Video virali sul web

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment