La Farnesina cauta sul dissidente «Vedremo se e dove verrà estradato»

Preoccupata soprattutto della sorte della moglie Alma Shalabayeva e della figlia di 6 anni, deportate in Kazakistan dall’Italia il 31 maggio scorso, la Farnesina non commenta l’arresto, ma segue da vicino gli sviluppi .
«Occorrerà capire le intenzioni delle autorità francesi, se e verso quale Paese intendono estradare Ablyazov», dicono fonti della diplomazia italiana. Nell’annunciare il fatto al Financial Times , l’avvocato del dissidente ha parlato solo della richiesta di estradizione dell’Ucraina . Ma Ablyazov è ricercato anche dal Kazakistan, per crimini economici, compreso riciclaggio di denaro. Accusata di non aver assunto subito una pubblica e forte posizione contraria, dopo la deportazione della Shalabayeva orchestrata in segreto dal ministero dell’Interno, Emma Bonino si è difesa appassionatamente davanti alla Commissione per i Diritti umani del Senato, rivendicando di aver avviato un’azione incessante non appena informata ex post dei fatti, per accertare che la moglie del dissidente e la figlia non venissero maltrattate e soprattutto mirata a garantir loro piena libertà di movimento, compreso il diritto di recarsi all’estero.
Ieri il ministro degli Esteri è tornata in Parlamento, per un’audizione davanti alle Commissioni esteri riunite di Camera e Senato. Bonino ha detto di «non valutare opportuno in questa fase, anche dopo consultazioni, che sia arrivato il momento di un incontro politico con l’ambasciatore kazako in Italia». Andrian Yelemesov ebbe un ruolo cruciale nella deportazione, facendo pressioni in tal senso e muovendosi freneticamente ai livelli più alti degli organi di sicurezza, forte di un accesso inaudito per un diplomatico. Allo scoppio dello scandalo si era eclissato per una molto «diplomatica» vacanza. «Certamente — ha spiegato Bonino a deputati e senatori — le strutture, che sono già in contatto sia in Italia che in Kazakistan, continueranno a seguire la vicenda. Una ripresa normale dipende dalla loro volontà di collaborare per il ripristino della piena libertà di movimento della signora Shalabayeva e della figlia».
Scarse le reazioni in Italia all’arresto di Ablyazov. Come sempre loquace, il senatore del Pdl Maurizio Gasparri: «E ora i difensori di Ablyazov, presunto ma improbabile Garibaldi del Kazakistan, dichiareranno guerra alla Francia che lo ha arrestato? Si attendono interventi di giornalisti d’inchiesta pronti a farsi paracadutare in Costa Azzurra». Nessun accenno l’esponente del Pdl ha fatto alla signora Shalabayeva e alla figlia .
Paolo Valentino


Related Articles

Lo scalatore freddo e silenzioso conquista la sua vetta più alta

Dal ministero del Tesoro a Goldman Sachs, per il governatore una carriera lontano dai riflettori . Toscano, 64 anni, è da poco diventato nonno. Dal 2005 in Banca d’Italia per risollevarla dopo gli scandali dell’era Fazio

Lo charme di Xi Jinping conquista l’Europa

Il viag­gio euro­peo di Xi Jin­ping ha fatto con­clu­dere sva­riati con­tratti, solo in Fran­cia per 18 miliardi di dol­lari. Le attuali rela­zioni eco­no­mi­che tra Cina e Europa vedono uno scam­bio annuale di quasi 600 miliardi di dol­lari

Svezia. Omicidio Olof Palme, dopo 34 anni ufficializzata una verità di comodo

La Procura di Stoccolma fa il nome del killer e archivia il caso: «L’assassino si è suicidato». Si tratterebbe di Stig Engström, estremista di destra

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment