Bankitalia: ricchezza in mano al 10% delle famiglie

Roma – “Tra il 2010 e il 2012 le condizioni economiche delle famiglie sono peggiorate”. E’ quanto emerge dall’indagine della Bamca d’Italia ‘I bilanci delle famiglie italiane nell’anno 2012’ Tra il 2010 e il 2012 “il reddito familiare medio e’ calato in termini nominali del 7,3 per cento, quello equivalente del 6; la ricchezza media e’ diminuita del 6,9 per cento”. “Il 10 per cento delle famiglie piu’ ricche possiede il 46,6 per cento della ricchezza netta familiare totale (45,7 per cento nel 2010)

L’abitazione di residenza risulta di proprieta’ per il 67,2 per cento delle famiglie, mentre e’ in affitto per il 21,8, occupata a uso gratuito per il 7,4, in usufrutto per il 3,3 e a riscatto per il restante 0,3 per cento”. Rispetto alla precedente indagine, si e’ ridotta la quota di famiglie in proprieta’ (-1,2 punti percentuali) a fronte di un aumento di quelle in affitto e in usufrutto (0,7 e 0,5 punti percentuali ciascuno). La riduzione nella diffusione della proprieta’ dell’abitazione di residenza a partire dal 2008 e’ in controtendenza rispetto all’andamento registrato negli ultimi 30 anni, che evidenzia una progressiva riduzione delle famiglie in affitto a fronte di una maggiore diffusione della proprieta’. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale


Related Articles

“Bologna peggio di Reggio Calabria” Ecco la mappa del rischio-banlieue

Conflitti sociali, studio della Fondazione Moressa Emergenza anche a Milano, Genova e Roma

Istat, un italiano su 5 ha almeno 65 anni

Dall’Annuario Statistico 2006 emerge un ulteriore invecchiamento della popolazione Il 47,5% si lamenta delle proprie finanze L’insoddisfazione per la propria

Stop all’aumento delle nascite. Istat: 15 mila nati in meno nel 2010

 

 Roma – I dati del 2009 e del 2010 confermano che e’ nuovamente in atto una fase di calo delle nascite: se i nati nel 2009 erano stati 568.857, nel 2010 essi sono scesi a 561.944, circa 15 mila in meno in due anni.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment