Electrolux, ok al dialogo ma i blocchi continuano

Dopo la let­tera della Elec­tro­lux che due giorni fa ha ria­perto le spe­ranze per Por­cia, su cui la mul­ti­na­zio­nale sve­dese ha annun­ciato di voler inve­stire – ridu­cendo le ore di lavoro da 8 a 6 ore, ma com­pen­sando i tagli con gli ammor­tiz­za­tori sociali – i sin­da­cati non si fidano, e aspet­tano prima di festeggiare.

La Fiom, soprat­tutto, parla di «ricatto», per la richie­sta della mul­ti­na­zio­nale di inter­rom­pere subito il blocco delle merci (già a par­tire da domani), e Fim, Fiom e Uilm, come le stesse Rsu di Suse­gana, hanno annun­ciato che per il momento i bloc­chi non si fermeranno.

La let­tera della Elec­tro­lux è per Fim, Fiom e Uilm «un segnale nella giu­sta dire­zione per uscire dal pan­tano nel quale la mul­ti­na­zio­nale si era infi­lata con l’ipotesi inac­cet­ta­bile dei salari e con­di­zioni “polac­che” per i lavo­ra­tori ita­liani del gruppo, oltre la chiu­sura dello sta­bi­li­mento di Por­cia». Ma «anche se con molti sofi­smi, svela la pos­si­bi­lità di un nuovo piano», la let­tera non è «suf­fi­ciente per far sospen­dere le ini­zia­tive di pro­te­sta scat­tate in tutti gli sta­bi­li­menti del gruppo, con pre­sidi e “blocchi”».

«Serve ora – aggiun­gono i sin­da­cati – avviare rapi­da­mente una sede di con­fronto con tutte le parti sociali e le isti­tu­zioni, per dare una solu­zione indu­striale inno­va­tiva e di pro­spet­tiva, rispet­tosa dei red­diti, dei diritti e delle con­di­zioni gene­rali dei lavo­ra­tori, ele­menti neces­sari per far ces­sare la protesta».

Intanto, pro­prio per dare più tempo alle parti sociali, l’incontro pre­vi­sto al mini­stero dello Svi­luppo eco­no­mico per il 17 feb­braio, è stato rin­viato al 25. Secondo il mini­stro Fla­vio Zano­nato «i pro­blemi c’erano prima e ci sono adesso. Vogliamo vedere il piano indu­striale per­ché il punto fon­da­men­tale è che alla fine di que­sta vicenda i pro­dotti devono essere ven­duti sui mer­cati mon­diali. È una bat­ta­glia da farsi fino in fondo con l’obiettivo di sal­vare tutti gli sta­bi­li­menti, una pro­du­zione impor­tante nel campo dell’elettrodomestico».


Related Articles

La Ue bastona Google, multa record di 4 miliardi

Per Bruxelles l’azienda Usa ha usato Android «per consolidare la posizione dominante». Verdetto giunto dopo un’istruttoria durata 39 mesi

Generazioni perdute

La manifestazione dei precari di sabato scorso ha ricordato agli italiani che il loro è un Paese che riserva ai giovani una condizione di estremo sfavore. Ma non solo perché trovare un lavoro stabile è un’impresa disperata.

Dietro Marchionne l’autunno dell’auto

Crollo del 28% in Italia, ma la Fiat perde il 36%

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment