5 per mille, devoluti 264,7 milioni di euro nel 2012

5 per mille, devoluti 264,7 milioni di euro nel 2012

ROMA – E’ ancora Emergency l’organizzazione in cima alle preferenze degli italiani per quel che concerne il 5 per mille. Ad evidenziarlo sono i dati dell’Agenzia delle Entrate, che ha pubblicato online gli elenchi con i dati relativi al numero delle preferenze espresse dai contribuenti nel 2012 (su redditi 2011) per la destinazione del 5 per mille e gli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio. Ricordiamo che per l’anno in questione il tetto era di 400 milioni di euro e che sono stati oltre 393 quelli raccolti.

Volontariato. In totale, alle 34.581 associazioni di volontariato ammesse sono andati 264.736.176,93 euro. Da un rapido confronto con i due anni precedenti, possiamo notare una crescita delle associazioni ammesse e, conseguentemente, delle somme devolute, se è vero che nel 2011 (su dati 2010) erano andati 259,3 milioni di euro a 33.522 associazioni e nel 2010 (su redditi 2009) agli enti di volontariato erano andati 246,8 milioni.

Per quanto riguarda le preferenze, come detto in apertura anche quest’anno l’associazione in cima alla graduatoria è Emergency con 346.183 scelte e 10.360.132,05 euro raccolti. Seguono, nell’ordine: Medici senza frontiere (237.417 scelte e 8.187.963,90 euro), Airc – Associazione italiana per la ricerca sul cancro (270.077 scelte e 6.686.443,02 euro), Unicef (193.854 scelte e 5.364.214,54 euro), Ail – Associazione italiana contro le leucemie (193.393 scelte e 5.196.772,34 euro), Acli (216.924 scelte e 3.874.240,06 euro), Auser (244.627 scelte e 3.561.062,63 euro), la Lega del Filo d’Oro (119.332 scelte e 3.489.238,36 euro), Fondazione dell’ospedale pediatrico Meyer (117.674 scelte e 2.842.922,79 euro), Fondazione Ant Italia (97.506 scelte e 2.524.878,05 euro). Queste le prime dieci posizioni dell’elenco.
Se allarghiamo leggermente l’orizzonte e poniamo come limite i 2 milioni di euro di raccolta, troviamo anche Save the Children (72.287 scelte e 2.437.401,01 euro) e il Movimento cristiano lavoratori (113.482 scelte e 2.014.386,42 euro).

Confrontando questi risultati con gli elenchi 2011 (ma anche con quelli degli anni precedenti) è possibile notare una sorta di ingessatura delle preferenze degli italiani, visto che sono sempre le stesse (e grandi) associazioni a posizionarsi nei primi posti della graduatoria, con piccolissime variazioni.

Sempre per quel che concerne gli enti del volontariato, va sottolineato che sono stati 3034 gli enti non ammessi, associazioni a cui erano comunque stati destinati dagli italiani oltre 4,7 milioni di euro.

I comuni. Appena un anno fa avevamo fatto notare come la necessità di attingere a risorse per garantire i servizi, a fronte dei tagli costanti degli ultimi anni, hanno impegnato sempre più anche i comuni sul fronte del 5 per mille. Gli elenchi in tal senso premiano ovviamente gli enti comunali più grandi. E’ Roma, come sempre, ad essere in testa con 9702 scelte e 371.620,41 euro raccolti. Seguono Milano (6746 scelte e 295.515,30 euro), Torino (5386 scelte e 165.937,18 euro), Genova (2510 scelte e 77.977,37 euro), Bologna (2719 scelte e 75.869,88 euro), Venezia (2929 scelte e 74,415,58 euro), Salerno (2941 scelte e 70.186,55 euro), Napoli (2406 scelte e 69.986,01 euro), Verona (2335 scelte e 65.762,64 euro) e Firenze (2051 scelte e 62.339,62 euro). In totale ai comuni sono andati oltre 13 milioni di euro.

Ricerca sanitaria e scientifica. Nel campo della ricerca sanitaria, è sempre e ancora l’Airc-Associazione italiana per la ricerca sul cancro a mantenersi al primo posto (353.237 scelte e 14.600.912,02 euro raccolti), così come in quello della ricerca scientifica, dove l’Airc raccoglie altri 34.483.697,38 euro, seguita dalla Fondazione italiana sclerosi multipla (3.578.512,19 euro), dalla Fondazione Umberto Veronesi (2.942.756,12 euro) e dalla Fondazione Telethon (1.389.166,56 euro). Questi gli enti rimasti sopra il milione di euro. In generale, agli enti di ricerca sanitaria sono andati 51,6 milioni di euro e a quelli della ricerca scientifica 55,7 milioni di euro.

Le associazioni sportive dilettantistiche. La legge prevede la possibilità di attingere alle risorse del 5 per mille anche alle società sportive dilettantistiche. In questo caso nel 2012 sono state 5095 quelle ammesse, per un totale di oltre 8 milioni di euro.

Leggi gli elenchi completi dei beneficiari del 5 per mille

© Copyright Redattore Sociale


Tags assigned to this article:
5 x milleOnlusterzo settorevolontariato

Related Articles

Caporalato, gli sfruttati sono 430 mila

Aumento di trentamila unità in 12 mesi. In agricoltura il boom dei voucher maschera il lavoro nero In un anno l’uso dei ticket è cresciuto del 67%. Doveva fare emergere il sommerso, è servito al contrario

I poteri dei Garanti e i detenuti sottoposti al regime di 41 bis

Quali poteri spettano al Garante dei detenuti riguardo alle modalità di contatto con soggetti sottoposti allo speciale regime detentivo del 41 bis?

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment