È boom di cassa integrazione

Lavoro. Più di mezzo milione i lavoratori coinvolti. A marzo 100 milioni di ore di cassa inte­gra­zione

il manifesto redazione • 20/4/2014 • Copertina, Lavoro, economia & finanza, Studi, Rapporti & Statistiche • 970 Viste

È boom della cassa inte­gra­zione. A marzo le ore com­ples­sive regi­strate sono state più di 100 milioni, molte di più rispetto alla media di 80 ore regi­strata da gen­naio 2009 ad oggi. E la cig aumenta in tutti i suoi seg­menti (ordi­na­ria, straor­di­na­ria e deroga). Die­tro que­sta mole di ore sono coin­volti da ini­zio anno circa 520mila lavo­ra­tori che hanno subito un taglio del red­dito per 1 miliardo di euro, pari a 1.900 euro netti in meno per ogni sin­golo lavo­ra­tore in busta paga. A rile­varlo è la Cgil nel rap­porto di marzo, dalle ela­bo­ra­zioni delle rile­va­zioni Inps. «Lo stato in cui versa il nostro sistema pro­dut­tivo, insieme alla con­di­zione dei lavo­ra­tori, con­ti­nuano ad essere una seria e dram­ma­tica emer­genza da affron­tare», sostiene il segre­ta­rio con­fe­de­rale della Cgil, Elena Lat­tuada. «Al netto degli inter­venti fiscali il paese ha biso­gno di una pro­spet­tiva che non può non pre­scin­dere dalla difesa e dalla valo­riz­za­zione del lavoro» aggiunge. Per que­sto, secondo la Cgil «vanno con­tra­state ope­ra­zioni di ulte­riore fram­men­ta­zione del mer­cato del lavoro, così come vanno imme­dia­ta­mente sbloc­cate le risorse per gli stru­menti di soste­gno in deroga».

Dall’analisi di corso d’Italia si rileva come il totale di ore di cassa inte­gra­zione a marzo sia stato pari a 100.136.978 di ore richie­ste e auto­riz­zate. Un dato in aumento sul mese pre­ce­dente del +20,28% men­tre è in calo l’insieme del primo tri­me­stre, pari a 264.755.636 di ore, del –1,16% sui primi tre mesi dello scorso anno. Nel det­ta­glio emerge che la cassa inte­gra­zione ordi­na­ria (cigo) aumenta a marzo su feb­braio del +16,32%, per un totale pari a 27.379.903 di ore.

Da ini­zio anno la cigo invece ha rag­giunto quota 76.696.078 di ore per un –23,43% sul periodo gennaio-marzo del 2013. La richie­sta di ore per la cassa inte­gra­zione straor­di­na­ria (cigs), sem­pre per quanto riguarda lo scorso mese, è stata di 45.491.245 per un +17,07% su feb­braio men­tre il primo tri­me­stre dell’anno tota­lizza 128.212.748 ore auto­riz­zate per un +10,21% sullo stesso periodo dello scorso anno. Infine la cassa inte­gra­zione in deroga (cigd) ha regi­strato a marzo un deciso aumento sul mese pre­ce­dente pari a +30,71% per 27.265.830 ore richie­ste. Nei primi tre mesi dell’anno, rispetto allo stesso periodo dello scorso, la cre­scita della cigd è stata del +14,56% per un totale di 61.846.810. Cre­sce il numero di aziende che fanno ricorso ai decreti di cigs. Da gen­naio sono state 1.901 per un +20,70% sullo stesso periodo del 2013 e riguar­dano 3.667 unità azien­dali (+36,37% sull’anno pas­sato). Nello spe­ci­fico si regi­stra un aumento dei ricorsi per crisi azien­dale (953 decreti per un +3,36%) che rap­pre­sen­tano il 50,13% del totale dei decreti. Dimi­nui­scono invece le domande di ristrut­tu­ra­zione azien­dale (52 in totale da ini­zio anno per un –5,45% sullo stesso periodo del 2013).

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This