Lavoro e pensioni, Camusso sfida Renzi: dal governo torsione della democrazia

Lavoro e pensioni, Camusso sfida Renzi: dal governo torsione della democrazia

MILANO — Matteo Renzi non c’era ma è stato comunque al centro della prima giornata del congresso Cgil a Rimini. L’accusa al premier da parte della leader del sindacato Susanna Camusso — «l’idea di un’autosufficienza del governo determina una torsione della democrazia» — ha causato molte reazioni. Lo stesso presidente del Consiglio ha replicato: «Non è possibile che ci siano sempre polemiche. Noi stiamo cercando di cambiare l’Italia. I sindacati vogliono dare una mano? Lo facciano. Ma devono capire che la musica è cambiata, che non possono decidere tutto loro o bloccare tutto loro». In platea a Rimini c’era il ministro della Giustizia Andrea Orlando che sulla relazione di Camusso ha detto: «Sono emersi stimoli importanti e utili accanto a elementi di diffidenza e pregiudizio che forse scontano una difficoltà nel confronto, ma si possono superare». Parole in difesa del premier da parte di Massimo D’Alema: «A Susanna ho detto che sarebbe stato meglio qualche apprezzamento in più per il governo». Prudente il responsabile economico del Pd Filippo Taddei che, parlando del rapporto tra il partito e il sindacato, ha sostenuto che « i punti di convergenza sono superiori a quelli di divergenza». L’intervento della leader Cgil è stato apprezzato dall’esponente della minoranza Stefano Fassina, dall’ex segretario di Pd e Cgil Guglielmo Epifani e dal leader di Sel Nichi Vendola. «Siamo soddisfatti che a Camusso il decreto Lavoro non piaccia» ha detto invece il sottosegretario al Lavoro Massimo Cassano di Ncd. E oggi a Rimini è atteso il ministro Poletti che ieri ha commentato: «Confrontarsi, discutere e ascoltare tutti è normale, ma altrettanto normale è che il governo prenda poi le sue decisioni».


Tags assigned to this article:
cgilcongresso CgilSusanna Camusso

Related Articles

Lavoro, ritorno al passato

I manuali di diritto del lavoro adottati nelle facoltà  di Giurisprudenza partono tutti da un concetto consolidato: il contratto tra datore e prestatore di lavoro non è uguale ai normali rapporti tra contraenti,

Eurobond, lite Hollande-Merkel «La Grecia rispetti gli impegni»

Spiragli sullo sviluppo, ma non c’è intesa. Studi sull’uscita di Atene

Mosul, l’Is ha distrutto anche il monastero di Sant’Elia

La conferma arriva dalle immagini satellitari. Più di 70 chiese cristiane sono state attaccate da Daesh in Iraq

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment