La campagna acquisti di Salvini contro i Rom

La Lega Nord farà il suo spot elettorale con la visita del lea­der Mat­teo Salvini e di una con­si­gliera comu­nale, Lucia Bor­gon­zoni, al campo di via Erbosa a Bologna

Giusi Marcante, il manifesto redazione • 8/11/2014 • Copertina, Osservatorio razzismo & discriminazioni, Politica & Istituzioni • 1017 Viste

La «visita» è stata auto­riz­zata ieri dal Comune solo per Salvini, euro­de­pu­tato, e Bor­gon­zoni, con­si­gliera comu­nale. Dovrà star­sene fuori il can­di­dato di Lega e Forza Ita­lia Alan Fab­bri, il sin­daco (di Bon­deno nel fer­ra­rese) col codino che piace a Sil­vio Ber­lu­sconi. Al di fuori del campo ci sarà la gran­cassa leghi­sta e anche un con­tro­pre­si­dio orga­niz­zato dagli atti­vi­sti dello spa­zio sociale XM24 che sorge nel quar­tiere Navile (lo stesso della svolta della Bolo­gnina per capirci). È in allarme il Pd che deplora l’iniziativa leghi­sta ma teme inci­denti di piazza men­tre Sel ha lan­ciato un mail bom­bing «di civiltà» verso Salvini e Bor­gon­zoni.
Ma come mai il nuovo lea­der leghi­sta accorre a Bolo­gna? Esi­ste un pre­ce­dente: lunedì scorso Fab­bri e la Bor­gon­zoni sono andati una prima volta nel campo per una visita che gli abi­tanti non hanno repu­tato di cor­te­sia tanto che la con­si­gliera si è bec­cata uno schiaf­fone da parte di una ragazza del campo. Tutto visi­bile in un video che Salvini ha pron­ta­mente messo su Face­book e che ini­zia pro­prio dal momento dello schiaf­fone omet­tendo quello che è acca­duto prima tanto che si può legit­ti­ma­mente pen­sare che il con­fronto non fosse stato così sereno. La Lega attacca il Comune dicendo che per le utenze del campo sono stati spesi 130mila euro in un anno. Il Comune spiega che si vuole supe­rare il campo di via Erbosa e l’Anpi ha chie­sto al Pre­fetto di vie­tare la mani­fe­sta­zione. Que­sta mat­tina Salvini e Bor­gon­zoni entre­ranno accom­pa­gnati da un rap­pre­sen­tante del quar­tiere men­tre fuori i due gruppi si con­trap­por­ranno. In mezzo ci saranno gli abi­tanti del campo che avreb­bero fatto volen­tieri a meno di tutto que­sto. Per­sone che lavo­rano, ado­le­scenti che pro­ba­bil­mente non ci saranno per­chè a scuola, gli ope­ra­tori che lavo­rano nel campo per atti­vità di sup­porto. Pro­ta­go­ni­sti invo­lon­tari di una com­par­sata elet­to­rale che li vede al cen­tro di un’inutile pole­mica mon­tata ad arte.

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This