Castiglione indagato in Sicilia Il boss Carminati e l’import di droga

Castiglione indagato in Sicilia Il boss Carminati e l’import di droga

ROMA Il sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione (Ncd) è indagato a Catania per la gestione del Cara di Mineo. La conferma è nella seconda puntata di Mafia Capitale. È accusato di turbativa d’asta e turbata libertà di scelta del contraente. Nel 2014, su indicazione di Luca Odevaine, membro del Tavolo nazionale immigrazione e, secondo i pm, pedina di Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, avrebbe favorito la coop «La Cascina» in un appalto da 100 milioni. «Ora basta, sia fatta luce. Escludo ogni mia responsabilità», dice Castiglione. In sua difesa, l’ex ministro e oggi capogruppo di Area Popolare alla Camera, Maurizio Lupi: «Non vedo perché dovrebbe dimettersi. Un’indagine non è una sentenza». Ieri il Ros ha perquisito le sedi di alcune coop e onlus e le abitazioni di nuovi indagati di peso. Tra questi l’ex assessore all’Ambiente della giunta Alemanno, Marco Visconti, che avrebbe ricevuto 200 mila euro da Buzzi. E poi Antonio Pulcini, costruttore e padre di Daniele, già ai domiciliari, Calogero Salvatore Nucera, ex capo segreteria di Francesco D’Ausilio quando era capogruppo del Pd in Campidoglio, tre funzionarie del Comune di Roma, e i presidenti delle onlus, tra cui Maurizio Marotta, di Capodarco. Al via anche gli interrogatori di garanzia. L’ex assessore alla Casa Daniele Ozzimo: «Se ho fatto assumere una persona è per motivi umanitari». Il capogruppo Pd Mirko Coratti: «I rapporti di Figurelli (suo braccio destro ndr ) con Buzzi sono affari suoi». E nuovi elementi di prova sul ruolo di Massimo Carminati nella malavita organizzata arrivano dal faccendiere pentito Roberto Grilli, riascoltato dopo gli arresti di dicembre. Grilli racconta che nel 2008 viene contattato da Carmine Fasciani — boss di Ostia, 28 anni in 1° grado per associazione mafiosa — che vuole coinvolgerlo in una partita di cocaina dal Marocco. Grilli si rifiuta. Tre giorni dopo, al bar, Carminati gli dice: «So che hai incontrato un nostro comune amico, quello che sta al mare… a me non devi da’ spiegazioni, sai te quello che devi fare». Grilli mette a verbale: «Rimasi stranito, era come se Fasciani si fosse rivolto a Carminati per farmi arrivare il suo malcontento». Poi, nel 2011, 503 chili di cocaina dal Sudamerica costano il carcere al faccendiere. È Carminati a convincerlo e a «sbloccare» il viaggio, ma è l’unica persona che Grilli tiene fuori dalla confessione: «Perché con gli altri, insomma, è un diverso tipo di… Mi sono tenuto una polizza con la persona più influente e pericolosa». Il Cecato non tratta di persona la droga e rifiuta una «ricompensa». «Ma se ti vuoi comporta’ da ragazzo regolare — dice a Grilli — metti 20-30 (chili, ndr ) in una cantina per Riccardo Brugia (il braccio violento di Carminati, ndr ) e ci penserà lui». A pagarla e a rivenderla per guadagnarci.
Fulvio Fiano


Related Articles

Gaza sull’orlo del baratro

Stamani scade la tregua umanitaria di 72 ore. Ieri dal tavolo delle trattative indirette in corso al Cairo sono arrivati segnali negativi per il raggiungimento di un accordo di cessate il fuoco permanente. Israele ed Egitto continuano a respingere le richieste presentate dalla delegazione palestinese. Tel Aviv e Hamas flettono i muscoli

L’inchino di Abu Mazen alle vittime della Shoah: “Il crimine peggiore”

Svolta del leader palestinese Abu Mazen. Ma Israele: rompa con Hamas

Crisi governo: Silvio Berlusconi sfida Mario Monti sull’incandidabilità 

Silvio Berlusconi
Una doppia astensione. La minaccia di far saltare il tavolo. A costo di fa decollare lo spread. Di aprire una crisi al buio. La pistola di Silvio Berlusconi è sul tavolo. Dipende dall’esito del consiglio dei ministri. Dipende da come uscirà  il decreto liste pulite. È il provvedimento sull’incandidabilità  il punto vero di crisi tra palazzo Grazioli e governo. L’election day è solo una cortina fumogena per distogliere l’attenzione. Per trovare un motivo accettabile che giustifichi agli occhi degli italiani la rabbiosa ridiscesa in campo del Cavaliere contro il governo.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment