Red­dito di cittadinanza, oggi Boeri al senato

Red­dito di cittadinanza, oggi Boeri al senato

Palazzo Madama. Oggi il presidente dell’Inps ascoltato dalla commissione lavoro: parlerà anche delle coperture. Domani sarà alla camera. Ma per Renzi si tratta di «una riforma incostituzionale e non di sinistra»

Si discute di red­dito di cit­ta­di­nanza oggi al senato. Lo ha con­fer­mato ieri il pre­si­dente dell’Inps Tito Boeri che sarà ascol­tato dalla com­mis­sione Lavoro di Palazzo Madama. E che ha annun­ciato che par­lerà pro­prio delle pos­si­bili coper­ture. L’audizione arriva pro­prio men­tre alcune forze poli­ti­che di oppo­si­zione (Sel e 5 stelle) par­te­ci­pano alla cam­pa­gna con­tro la «mise­ria ladra» pro­mossa da Libera che la scorsa set­ti­mana ha rac­colto le firme in 200 città per una forma di soste­gno al red­dito. Anche la sini­stra Pd ha sot­to­scritto la peti­zione. Ma il pre­si­dente Renzi ha escluso che il governo sia inte­res­sato a una riforma del genere, tac­cian­dola per «assi­sten­zia­li­smo», e cioè «la cosa meno di sini­stra che esi­sta», addi­rit­tura «inco­sti­tu­zio­nale». Domani Boeri sarà ascol­tato dalla com­mis­sione lavoro di Montecitorio.



Related Articles

Tetto ai voli e ristorante più caro l’austerity 2012 della Camera

Spese giù del 2,5%. Alt agli aerei per i viaggi privati. Le pensioni graveranno per 139 milioni di euro come nel 2011. Approvato il bilancio interno Si punta a risparmiare un milione

I morti sul lavoro tornano a crescere: già 101 in più

Rapporto Inail. Tragico raffronto con l’anno scorso: +16%. Si inverte un dato che da anni era in calo: i caduti fino a ottobre sono 729. Con due mesi in meno, superati i 662 del 2014

LA SCHIAVITà™ DEI MERCATI

È troppo semplicistico dire che i mercati sono crollati a causa della semi-vittoria di Hollande. La settimana scorsa erano pure crollati, per qualche altra ragione. È un bel po’ di tempo, almeno da luglio dello scorso anno, che ci siamo abituati a questa volatilità  mozzafiato.
E ogni volta si cerca ex post di trovare qualche ragione. Ora è la paura del socialismo: chissà , forse gli operatori sui mercati lo temono veramente, magari perché vedono la giustizia sociale come abbinata a nuove tasse, ma io non l’ho mai creduto neanche un momento. I mercati crollano oggi come ieri, e crolleranno ancora chissà  quante volte, perché non è stato risolto il problema di una governance europea innanzitutto che esista, nel senso che si crei una struttura centrale in grado di dettare precise linee di azione, e poi che metta al primo posto i problemi della crescita e non dell’austerità  a tutti i costi.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment