Le rivelazioni Codici, hacker e Mr V. «Non avevo scelta: ostaggio della troika »

Le rivelazioni Codici, hacker e Mr V. «Non avevo scelta: ostaggio della troika »

Atene «È in atto una limitazione terribile della sovranità nazionale imposta dalla troika dei creditori ai ministri greci, i cui dipartimenti chiave non hanno accesso ai documenti necessari per introdurre politiche innovative. Quando la perdita di sovranità a causa di un debito ufficiale insostenibile, viene legata a politiche subottimali in Paesi già sotto pressione, si capisce che c’è qualcosa di marcio nell’euro»». Yanis Varoufakis, 54 anni, l’ex ministro delle Finanze greco, non si ferma più. E ieri, dalle pagine del Financial Times , è tornato a difendere il suo piano B. Nel parlamento ellenico ieri pomeriggio girava una battuta: Varoufakis non è greco, è un alieno. Un’iperbole, che però rende molto bene l’idea: quando si pensa che le sue mosse siano un azzardo, nella stragrande maggioranza dei casi si è in errore. Perché lui è sempre pronto a sorprendere ancora di più, ad aggiungere. Lo ha fatto anche stavolta, acconsentendo alla pubblicazione sul web della registrazione della telefonata che solo pochi giorni prima era stata anticipata da Ekathimerini , giornale greco che lui stesso, su Twitter, aveva più o meno smentito: «Quindi, stavo per “impadronirmi” dei codici delle tasse dei cittadini greci? Impressionato dall’immaginazione dei miei detrattori» aveva twittato. Salvo poi pubblicare la conversazione che svela quanto i quotidiani ellenici, in fondo, non fossero andati proprio lontani.
Il suo gusto per la sorpresa del resto, lo ha caratterizzato da sempre anche nei negoziati europei, quando ad esempio ha fatto sapere di aver registrato l’Eurogruppo di Riga provocando non pochi mal di pancia a Bruxelles. Questa volta, a spingerlo a far pubblicare la telefonata, è stata l’esigenza di fare chiarezza. Così ha fatto intendere lui ma la cosa, evidentemente, gli è sfuggita di mano. Non a tal punto però da non resistere alla tentazione di aggiungere. Nell’articolo del Ft elenca in dettaglio i passi del suo ministero per soddisfare i problemi di liquidità delle banche e dello Stato greco. L’intenzione era quella di arrivare a una «cancellazione multilaterale del debito» con un «conto di riserva», gestito tramite codice fiscale, per ogni cittadino e per le società, in modo che il contribuente potesse «trasferire tali crediti dal conto di riserva allo stesso Stato (invece della tassazione) o a un altro conto di riserva». Quando «ho consegnato — prosegue — le redini del ministero delle finanze al mio amico Euclide Tsakalotos, il 6 luglio, ho presentato un resoconto completo del ministero di progetti, priorità e risultati conseguiti nei miei cinque mesi di mandato. Il nuovo sistema di pagamenti delineato qui faceva parte di quella presentazione. Nessun membro della stampa ci fece caso». Ma quando la successiva discussione telefonica con un gran numero di investitori internazionali è venuta fuori «la stampa ha avuto una giornata campale». Per la massima trasparenza, ha aggiunto, «ho concesso il permesso a pubblicare i nastri».
Sulle azioni di hackeraggio, nessun riferimento. Tranne in un passaggio: «pur comprendendo l’entusiasmo per alcuni elementi di quello scambio, come il dover prendere in considerazione mezzi non ortodossi per ottenere l’accesso ai sistemi del mio ministero, solo una questione è di importanza da un punto di vista di interesse pubblico: è in atto una limitazione terribile della sovranità nazionale imposta dalla troika dei creditori ai ministri greci…». Varoufakis è pronto a sorprendere ancora.
Corinna De Cesare


Related Articles

In Italia 100 minori morti ogni anno per incidenti domestici

In Italia gli incidenti rappresentano la prima causa di morte e di disabilita’ nella fascia d’eta’ tra 1 e 14 anni e quelli domestici costano la vita a circa 100 bambini ogni anno

Regno Unito. Dal suicidio di Cameron all’«underdog» laburista

Come si è arrivati al voto. Fino a qualche settimana fa quella di May doveva essere un’incoronazione

LA PROSSIMA PORCATA

E nel paese che aveva avuto un regime mediatico ventennale seguito da un successivo governo della Goldman Sachs, per non interrompere il serial si andò alle elezioni inventando un superpremio di maggioranza al primo partito, un inedito mondiale (Grecia a parte).

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment