Erdo­gan all’incasso, Europa strabica

Erdo­gan all’incasso, Europa strabica

Alla fine, visti i risul­tati elet­to­rali, per l’Akp e per Erdo­gan ha pagato la stra­te­gia della ten­sione inne­scata con­tro i kurdi e la sini­stra turca con una lita­nia di atten­tati cul­mi­nati con la strage di Ankara e la messa sotto con­trollo dei media dell’opposizione. La verità è sotto gli occhi di tutti. Ma men­tre Erdo­gan passa all’incasso, l’Europa diventa strabica.

Da una parte gli osser­va­tori Osce sul campo in un rap­porto con­giunto con il Con­si­glio d’Europa denun­ciano il clima di «vio­lenza» della cam­pa­gna elet­to­rale per­ché è stata osta­co­lata «la pos­si­bi­lità dei can­di­dati di con­durre una cam­pa­gna libera», spe­cie nel sud a mag­gio­ranza kurda, accu­sando il governo di Ankara per le pres­sioni sulla stampa indipendente.

Invece l’Unione euro­pea non solo non con­danna ma addi­rit­tura apprezza: per Mister Pesc Fede­rica Moghe­rini e il com­mis­sa­rio all’allargamento, Johan­nes Hahn «le ele­zioni di dome­nica in Tur­chia, con un’affluenza ele­vata, hanno riaf­fer­mato l’impegno forte del popolo turco per il pro­cesso democratico».

Il fatto è che all’Ue serve la Tur­chia come fil­tro e «posto sicuro» per i pro­fu­ghi e allo stesso tempo Erdo­gan, dopo avere ali­men­tato la guerra in Siria, torna utile come «fronte sud della Nato» a garan­tire gli inte­ressi occi­den­tali nel con­flitto siriano infi­nito. Lo stra­bi­smo euro­peo non è sino­nimo di mitica bel­lezza ma di squal­lida omertà.



Related Articles

La moratoria dei negoziati

Fine del congelamento della costruzione di colonie nei Territori occupati. I settler esultano mentre i colloqui mediati dagli Usa vanno verso l’inevitabile fallimento

Siria, raid di Israele su Hezbollah Ucciso il figlio del leader militare

Il padre, Imad Mugniyeh, era stato eliminato nel 2008. Morti almeno altri 8 miliziani

Draghi: “Allarme prestiti deteriorati, bisogna smaltirli più rapidamente”

“Bce pronta a fare di più ma troppa esitazione nelle riforme. In Italia c’è chi vuole una Bankitalia finanziatrice”

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment