podemos

Podemos rompe le trattative con il Psoe

Spagna. Il portavoce di Podemos: “L’accordo tra socialisti e Ciudadanos non è compatibile con noi”

il manifesto • 25/2/2016 • Copertina, Internazionale • 500 Viste

«L’accordo di Sánchez con Rivera non è compatibile con noi», Podemos ha deciso a sorpresa di rompere le trattative con il Psoe sulla possibile investitura, la settimana prossima, di Pedro Sánchez alla presidenza del governo. Motivo della rottura, il patto siglato martedì fra socialisti e il partito di centrodestra Ciudadanos. L’annuncio ha fatto quindi saltare la riunione a quattro prevista per ieri sera tra Psoe, Podemos e i suoi alleati valenziani di Compromís e Izquierda Unida,

È il portavoce di Podemos, Iñigo Errejón, a spiegare le ragioni dello strappo: Sánchez — ha detto — «ha frustrato una opportunità storica per milioni di spagnoli». Gli ha fatto eco il leader Pablo Iglesias: con l’accordo con Ciudadanos Sánchez «si è autoescluso». Anche il leader di Izquierda Unida Alberto Garzón ha respinto il patto siglato con Albert Rivera.

Ora, con l’appoggio solo di 130 deputati su 350 — i 90 socialisti e i 40 di Ciudadanos — l’investitura di Sánchez prevista per la settimana prossima andrà probabilmente fallita. Errejón ha lasciato comunque la porta aperta per tornare a negoziare con i socialisti, ma dopo il 5 marzo, una volta fallito il primo tentativo.

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This