Nascite in calo, Italia sempre più vecchia ma il Pianeta, in media, ha appena 30 anni

Nascite in calo, Italia sempre più vecchia ma il Pianeta, in media, ha appena 30 anni

Germania e Giappone ci superano in fatto di ultrasessantacinquenni E all’Africa va il record della giovinezza: il 60% degli abitanti è under 24
FIRENZE. Non è ancora trentenne ma crescerà e, molto lentamente, diventerà adulto. Il mondo ha smesso da poco di essere un ragazzo e malgrado guerre, miseria, malattie, tende a invecchiare. Oggi i suoi abitanti hanno in media 29,6 anni, nel 2025 ne avranno 32,1, nel 2100 saranno arrivati a 41,7. I dati dell’Onu raccontano di una progressione alla quale in Europa e in generale in buona parte dell’Occidente si è già assistito. In molti Paesi ricchi l’invecchiamento degli abitanti ha smesso da tempo di essere un segnale di benessere, cioè di sopravvivenza che cresce, per trasformarsi in allarme: culle vuote e welfare vicino al collasso.
L’Europa è in tutto e per tutto il “vecchio continente”, con un’età media dei suoi abitanti di 41,7 anni. Gli under 24 sono poco più di un quarto del totale. Sono poco sotto ai quarant’anni l’Oceania e l’America del Nord. In Africa invece la media non raggiunge i vent’anni (19,4) e i giovani sono il 60%. L’Asia sta a metà strada, con trent’anni di media come America Latina e Caraibi.
L’Italia si conferma molto vecchia tra i vecchi. Secondo le Nazioni Unite i suoi abitanti hanno in media 45,9 anni. Il numero è un po’ più alto di quello di Istat perché basato su un sistema di calcolo diverso, nato per confrontare Paesi che raccolgono i dati, e li trasmettono, in modi e tempi diversi. L’Istituto di statistica italiano ieri ha reso noto che l’andamento demografico non si è invertito. Il Paese invecchia, la popolazione diminuisce. Le nascite nel 2016 sono scese ancora, dalle 486mila del 2015 al nuovo record negativo di 474mila l’anno scorso. La mortalità invece è calata, dopo il picco del 2015, da 648mila a 608mila decessi. Questo non ha influito positivamente sul numero dei residenti, che al primo gennaio 2017 sono 60 milioni 579mila, 86mila in meno dell’anno precedente.
SEGUI SU LA REPUBBLICA


Related Articles

La Fini-Giovanardi a Corte: un appello

Le con­te­sta­zioni sulle pro­ce­dure di con­ver­sione dei decreti legge, il man­cato dibat­tito in Aula sul mes­sag­gio pre­si­den­ziale in mate­ria car­ce­ra­ria, la noti­zia che l’Italia – seconda solo alla Rus­sia – è il paese più chia­mato in giu­di­zio davanti alla Corte euro­pea dei diritti: sono tutte vicende di que­sti giorni agi­tati, appa­ren­te­mente distinte e distanti.

Jobs Act, per l’inconscio renziano i veri gufi sono i numeri

Mentre il premier intratteneva i giornalisti con lo slide show di fine anno, i gufi sono tornati a volare. L’Istat ha pubblicato un annuario sull’occupazione con i dati del 2014, utili per capire quelli del 2015

A Bologna le ruspe demoliscono il centro sociale Xm24 con gioia di Salvini

Bolognina. Raso al ruolo all’alba lo storico centro sociale alla periferia di Bologna. Al suo posto dieci appartamenti in co-housing

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment