Firmato il contratto della logistica per i fattorini Amazon

Firmato il contratto della logistica per i fattorini Amazon

Un contratto anche per i fattorini della Amazon in Lombardia: ieri, dopo sette ore di trattative, è stato firmato l’accordo tra la RPost e la multinazionale degli acquisti on line per l’applicazione del contratto nazionale del trasporto merci e logistica. I dipendenti della RPost, che lavorano per i servizi di e-commerce, si erano mobilitati per chiedere il riconoscimento della loro attività all’interno di un quadro di tutele strutturato.

«L’accordo – spiega la Filt Cgil Milano Lombardia – chiude la vertenza e la mobilitazione che ha visto nelle scorse settimane i lavoratori e il sindacato impegnati per il riconoscimento della professionalità, degli inquadramenti e della clausola di salvaguardia del contratto nazionale del trasporto merci e logistica».

Negli ultimi anni conflitti all’interno dell’immenso polo logistico Amazon in Lombardia sono finiti più volte al centro delle cronache locali e nazionali, rendendo la stessa multinazionale un po’ il simbolo delle rivendicazioni degli operai 2.0. Vertenze aperte non solo dai confederali, ma anche dai sindacati di base.

«L’intesa che abbiamo firmato – conclude la Filt Cgil – rappresenta un passo avanti nelle condizioni di lavoro per la filiera di Amazon e il ripristino della normativa contrattuale di filiera».

FONTE: Mirco Viola, IL MANIFESTO



Related Articles

La terra dell’Africa rubata ai contadini

I governi affittano i campi a grandi investitori e potenze straniere. Il tutto all’insaputa degli agricoltori. Ma Onu e Banca Mondiale dicono che solo migliorando le tecniche delle colture si potrà  sfamare più gente.  Sudan, Mozambico ed Etiopia fra le nazioni che stanno cedendo milioni di ettari. Il dramma in un villaggio del Mali “Abbattono le nostre case e si prendono tutto”

 

Niente Imu per chi ha un mutuo sull’80% della casa

Giovedì prossimo la cabina di regia istituita dal governo tirerà le prime somme su Iva e Imu. Forse ci sarà anche un’altra riunione tecnica lunedì o martedì per definire meglio le opzioni sul campo che oscillano per l’Imu da una esclusione flat per la fascia sotto i 600 euro l’anno a un calcolo più complesso che tenga conto dell’Isee (l’indicatore della ricchezza) in modo da favorire i nuclei familiari più numerosi.

Fuori sede e figli disabili ecco i discriminati della tassa E tenere casa sfitta costa meno

Tante le incongruenze: un giovane sano di 26 anni ha la detrazione, un over 26 con handicap no

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment