A Palermo un operaio edile 69enne muore sul lavoro, oggi sciopero in Basilicata

Stragi sul Lavoro. L’anziano stava lavorando su un’impalcatura in un cantiere a Palermo

Ni. Va. • 20/4/2018 • Salute & Sicurezza sul lavoro • 324 Viste

Una scia di sangue senza fine. I morti sul lavoro si susseguono giorno dopo giorno, ieri è toccato ad un edile 69enne a Palermo. I sindacati provano a reagire: oggi sciopero di 8 ore in Basilicata, giovedì due ore dei metalmeccanici a Firenze.
L’ultima vittima della strage silenziosa sul lavoro è di Palermo. A via Fortuna, nella zona di Mondello, Emanuele Di Paola, 69 anni, edile evidentemente lontano dalla pensione, è precipitato dal secondo piano, mentre col figlio si trovava sul tetto di una palazzina per alcuni lavori. L’uomo è morto nel violento impatto.
La tragedia si è verificata verso le 11e sul posto sono arrivati i carabinieri, la polizia municipale. L’impatto è stato talmente violento che Di Paola non ha avuto scampo.
Toccherà ai militari ricostruire la dinamica per verificare il rispetto delle norme sulla sicurezza. Da chiarire se il cantiere fosse stato affidato a una regolare ditta o se i due stessero provvedendo autonomamente ad effettuare i lavori di ristrutturazione. La Procura ha aperto un fascicolo.
«Un’emergenza senza fine. Due giorni fa un operaio metalmeccanico di 25 anni ad Agrigento, oggi un operaio edile di 69 anni. Si continua a morire sul lavoro e troppo spesso gli incidenti avvengono tra lavoratori che, superati i limiti di età, si espongono ai rischi per bisogno e necessità mentre diminuiscono i controlli». Così il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo e il segretario provinciale Cgil Palermo Mario Ridulfo esprimendo solidarietà alla famiglia di Emanuele Di Paola. «Stiamo cercando di capire la dinamica e in quale ambito lavorativo sia accaduto l’incidente – aggiunge il segretario generale della Fillea Cgil Palermo Francesco Piastra – ma allo stesso tempo non possiamo che rilevare che si tratta di un nuovo incidente sul lavoro che colpisce un lavoratore in età da pensione. Negli ultimi anni purtroppo a Palermo riscontriamo il verificarsi di incidenti che si ripetono con le stesse modalità: le cadute dall’alto, con una maggiore incidenza di ultrasessantenni. Su questi fenomeni da tempo chiediamo agli organi addetti ai controlli una vigilanza stringente. Ma i controlli restano limitati».
E proprio per chiedere più sicurezza sul lavoro si muovono i sindacati. Se dopo la morte dell’operaio Carmine Picerni alla Dalmine Logistic di Potenza, mercoledì Cgil Cisl e Uil della Basilicata hanno proclamato uno sciopero generale di otto ore per oggi con presidio a Piazza Mario Pagano, a Potenza, ieri Fim, Fiom e Uilm di Firenze e provincia hanno proclamato due ore di sciopero con presidio davanti ai luoghi di lavoro per giovedì prossimo. Lo slogan è : «Sicurezza, il cuore del lavoro».

FONTE: Ni. Va., IL MANIFESTO

Articoli correlati

5 per mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »

Pin It on Pinterest

Share This