Amazon, alleanza dei principali sindacati europei

Amazon, alleanza dei principali sindacati europei

A fine aprile è stato raggiunto un accordo tra i principali sindacati europei per l’istituzione di un Comitato aziendale continentale nella multinazionale Amazon. La comunicazione è stata inviata alla sede europea dell’azienda di Jeff Bezos in Lussemburgo. Entro sei mesi Amazon dovrà rispondere. Se non lo farà, sarà ufficialmente costituito il comitato sindacale che potrà organizzare vertenze, scioperi e lavorare per unificare le condizioni dei lavoratori della multinazionale in tutti i paesi europei in cui è presente.

A fine aprile la Cgil ha ospitato a Roma una riunione organizzata da Uni Global Union in collaborazione con la Fondazione Ebert dove i sindacati europei hanno definito i termini di questo accordo e hanno fatto un primo bilancio sulle lotte che sono avvenute nell’ultimo periodo in Amazon.

Per quanto riguarda le mobilitazioni si potrebbero tenere nel «Prime Day Amazon » o durante il «Black Friday». ovvero il 10 e 11 Luglio 2018, oppure il 23 novembre 2018. Per il momento sono solo ipotesi. , Dalle analisi dei sindacati è emersa una condizione molto critica dei lavoratori. In Italia un primo sciopero è stato organizzato a novembre 2017 con esiti interlocutori.

 



Related Articles

Fiat, lo strappo che rompe l’unità  sindacale

Contro una manovra forte con i deboli e debole con i forti i metalmeccanici hanno scioperato in massa. La Fiom ha raddoppiato sia la durata della protesta di tre ore indetta unitariamente da Cgil, Cisl e Uil, bloccando gli stabilimenti per l’intera giornata, sia le rivendicazioni. Il nodo Fiat che rischia di strangolare nell’immediato gli 86 mila dipendenti della multinazionale più americana che italiana ha fatto la differenza rispetto alle altre categorie.

Un Natale da record per la Apple volano le vendite, 6 miliardi di utile

Prospettive positive per quest’anno nonostante la malattia di Steve Jobs

Il debito estero e l’inutile manovra di Tremonti

L’aumento del differenziale fra i tassi italiani e tedeschi è imputato all’elevato debito pubblico italiano. Ma si trascura che l’Italia presenta un disavanzo del conto corrente con l’estero nella bilancia dei pagamenti che si prolunga ormai da anni.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment